le notizie che fanno testo, dal 2010

Riforma Senato, Chiti: no immunità a senatori anche per attività primaria

L'Aula di palazzo Chigi approva l'immunità per i membri del nuovo Senato, non elettivo, ma Vannino Chiti critica il fatto che questa valga "anche per la loro attività indicata dalla riforma come primaria, quella cioé di amministratori locali".

''Abolire il diritto dei cittadini a scegliere con il loro voto i senatori e non toccare l'immunità è a mio giudizio un doppio errore: anziché ricostruire un legame di fiducia con la società, si rischia ancor più di lacerarlo. Mi auguro che la Camera sappia introdurre correzioni efficaci'' auspica il senatore del PD Vannino Chiti, dopo che l'Aula di Palazzo Madama, accelerando i lavori, ha approvato in poco tempo gli articoli che vanno da 3 a 9, tra qui quello che prevede il mantenimento dell'immunità sia per i deputati che per il senatori eletti dai consigli regionali, e quindi non dai cittadini. Secondo Chiti, infatti, ''l'immunità a 21 sindaci e 74 consiglieri regionali anche per la loro attività indicata dalla riforma come primaria, quella cioé di amministratori locali, introduce non solo differenze tra sindaci e consiglieri regionali, ma allarga potenzialmente l'area di non trasparenza, i rischi di illegalità, in un Paese come l'Italia che davvero non ne avrebbe bisogno''.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: