le notizie che fanno testo, dal 2010

Corsini: esclusione Mineo è epurazione. 12 senatori PD si autosospendono

Dopo che Corradino Mineo è stato escluso dalla Commissione Affari Costituzionali, dove è in discussione la riforma del Senato, il senatore PD, Paolo Corsini annuncia che 12 senatori si autosospendono dal gruppo del partito Democratico, affermando: "La rimozione rappresenta un'epurazione delle idee considerate non ortodosse".

Il senatore PD, Paolo Corsini, da Palazzo Madama annuncia che 12 senatori si autosospendono dal gruppo PD dopo la sostituzione Corradino Mineo e Vannino Chiti (eletto alla Presidenza della Commissione politiche UE del Senato) dalla Commissione Affari Costituzionali, dove è in discussione la riforma del Senato. Mineo è tra quel gruppo di parlamentari dem che appoggia il ddl Chiti ed insiste per un Senato elettivo, mentre il governo Renzi vuole che siano i consigli regionali a nominare i senatori. "La rimozione dei senatori Chiti e Mineo decisa ieri dalla Presidenza del gruppo rappresenta un'epurazione delle idee considerate non ortodosse. Si tratta di una palese violazione dell'articolo 67 della Carta" afferma Corsini. Di parere opposto l'altra ala del PD, con Andrea Marcucci che afferma: "La palude non può fermare le riforme del governo Renzi. I senatori del PD si sono espressi in ben cinque riunioni di gruppo a favore del ddl costituzionale. La sostituzione di Corradino Mineo dalla prima commissione è la conseguenza di un principio democratico. Pochi senatori non possono bloccare le decisioni prese da una larga maggioranza. Vale più il parere del 90% del gruppo o dobbiamo bocciare le riforme perchè il 10% di noi è contrario?".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: