le notizie che fanno testo, dal 2010

F1, Vettel campione del mondo. Ma Suzuka vince Button, secondo Alonso

E' la McLaren di Button a vincere il GP del Giappone, ma con il suo terzo posto Sebastian Vettel si laurea campione del mondo di Formula Uno per la seconda volta, diventando il più giovane ad aver raggiunto questo risultato. Sul circuito di Suzuka, però, c'è anche la Ferrari di Fernando Alonso a precedere il neo campione mondiale.

Con il terzo posto al GP del Giappone, Sebastian Vettel è per la seconda volta campione del mondo di Formula Uno. Tutto il resto passa in secondo piano. A Suzuka la bellissima vittoria di Jenson Button con la McLaren e l'importante secondo posto del ferrarista Fernando Alonso non riescono a fermare la matematica che consegna il titolo iridato al pilota della Red Bull che, per una volta, non è stata dominatrice incontrastata. Questa volta è l'auto della scuderia inglese che lascia dietro l'austriaca di Vettel a 2'' e di Mark Webber a 8''. Al quinto posto c'è la seconda McLaren di Lewis Hamilton che porta dietro di sé la Mercedes di Michael Schumacher e la Ferrari di Felipe Massa. Sergio Perez si guadagna l'ottavo posto mentre a chiudere la Top 10 ci sono la Renault di Vitaly Petrov e la Mercedes di Nico Rosberg, che effettua un'incredibile rimonta dal 23esimo posto in griglia di partenza, sorpassando il giapponese idolo di casa Kobayashi che era in lotta per arrivare tra i primi 10. Vettel, pur non avendo vinto il GP del Giappone, è felice fino alle lacrime per aver raggiunto, a soli 24 anni e 98 giorni, il record di due mondiali vinti. "E' difficile sapere da dove cominciare - commenta dopo la gara il tedesco - E' stato un anno lungo ma anche fantastico. La cosa buona è che non è ancora finito". Vettel spiega inoltre che la gara non era poi "così facile", per il fatto di non essere stati "così veloci" nonostante la "gomme morbide", chiarendo che "quindi è stato difficile riuscire a lottare per la vittoria", anche perché "perso due posizioni" nonostante la macchina fosse buona. "E' solo che era molto difficile superare Fernando e Jenson era imprendibile - ammette Sebastian Vettel - Vincere il campionato qui è comunque fantastico, ci sono tante cose da dire in questo momento, ma è difficile ricordarle tutte".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: