le notizie che fanno testo, dal 2010

VINYLS: Ministero ok cig. Ma "brasiliani" non comprano Porto Torres

Concessa la cassa integrazione per i lavoratori VINYLS di Porto Torres (era un atto dovuto). Ma la notizia che tutti aspettavano, cioè l'arrivo dei "brasiliani" per comprare lo stabilimento di Porto Torres, non c'è. A Venezia salta l'incontro con i commissari e l'assessore della Regione Sardegna.

Una buona notizia ed una cattiva per gli operai della VINYLS di Porto Torres. Prima quella buona: dal Ministero del Lavoro è stata sbloccata la cassa integrazione. L'assessore del Lavoro alla Regione Sardegna, Antonello Liori commenta a proposito: "Finalmente, dopo cinque mesi di attesa, una boccata d'ossigeno per le famiglie di questi lavoratori, perciò voglio ringraziare il Ministro per la sensibilità dimostrata". L'assessore dell'Industria, Alessandra Zedda conferma la notizia positiva: "E' quanto dovuto ai lavoratori il minimo che si potesse fare per alleggerire il loro stato di difficoltà dovuto al mancato pagamento degli ammortizzatori sociali e alla situazione di incertezza che pesa sul loro futuro". Ma sempre Alessandra Zedda ieri, dopo aver saputo della concessione della cassa integrazione ai lavoratori di Porto Torres affermava: "Domani, a Venezia, incontrerò personalmente i commissari e i rappresentanti della società brasiliana interessata allo stabilimento di Porto Torres, al fine di fare chiarezza sul contenuto dell'offerta". Ma dal Brasile oggi (28 settembre) arriva la cattiva notizia: i "brasiliani" infatti hanno rinunciato a presentare l'offerta per l'acquisto degli stabilimenti Vinyls di Porto Torres, sembra per via dei "costi di bonifica" che, a quanto pare, non erano forse ben noti agli imprenditori sudamericani. Spiega Sassari Notizie : "A bloccare l'iniziativa non è stato il prezzo da pagarsi per l'acquisto né tanto meno il riassorbimento degli operai (...) ma sono stati proprio i costi necessari per il ripristino edile del complesso industriale e per il rifacimento degli impianti produttivi: pare di oltre 50 milioni di euro, ai quali aggiungere i costi di acquisto".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: