le notizie che fanno testo, dal 2010

Sardegna: turisti comprano 500 euro di aragoste per buttarle in mare

In Sardegna, a Cala di Volpe, una coppia di turisti tedeschi ha chiesto di voler comperare tutte le aragoste e gli astici del ristorante, non per mangiarli ma per ributtarli in mare.

Non è chiaro come sia nata l'idea dei due turisti tedeschi, marito e moglie, che, al termine di una cenetta romantica al "Mama Latina" di Cala di Volpe, località non distante da Porto Cervo, Sardegna, hanno chiesto ai gestori del locale se le aragoste e gli astici nell'acquario erano invendita.
Lo chef ha risposto prontamente che non solo erano in vendita, ma che era pronto a cucinare i crostacei nel modo che i due clienti preferivano.
Ma le intenzioni dei due turisti tedeschi erano ben differenti, e senza troppi giri di parole spiegano al cuoco stupito: "No, li compriamo tutti ma vivi. Li metta in una scatola, li ributtiamo in mare".
Come riporta l'Unione Sarda, sembra che qualcuno abbia provato a spiegare ai turisti che le aragoste e gli astici non è detto che sarebbero sopravvissuti anche se rigettati in mare, ma probabilmente i due tedeschi devono aver pensato che i crostacei avrebbero apprezzato di più avere nuovamente tra le chele il proprio destino.
Alla fine, dopo un po' di contrattazione sul prezzo, i due turisti tedeschi hanno comperato tutte le aragoste e gli astici per 500 euro, e se ne sono andati soddisfatti.
Qualcuno, a quanto pare, ha anche cosigliato sarcasticamente ai gestori del locale di seguire la coppia per scoprire dove buttavano i crostacei, per poi andare a ripescarli. Nessuno l'ha fatto, ed ora, teoricamente, le aragoste si stanno godendo nuovamente quella libertà che avevano perso.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Cervo# euro# Latina# libertà# mare# Sardegna# turisti