le notizie che fanno testo, dal 2010

Sardegna: al via processo contro 8 ex comandati del poligono di Quirra

Parte oggi a Lanusei, Sardegna, il processo per omissione di cautele sul poligono sperimentale di addestramento interforze "Salto di Quirra" (Perdasdefogu) che vede sul banco degli imputati otto ex comandanti che hanno diretto la base nei sei anni tra il 2004 e il 2010, tutti accusati di omissione aggravata di cautele contro infortuni e disastri.

Parte oggi a Lanusei, Sardegna, il processo per omissione di cautele sul poligono sperimentale di addestramento interforze "Salto di Quirra" (Perdasdefogu) che vede sul banco degli imputati otto ex comandanti che hanno diretto la base nei sei anni tra il 2004 e il 2010, tutti accusati di omissione aggravata di cautele contro infortuni e disastri. Durante l'udienza la Regione Sardegna, le province di Cagliari e dell'Ogliasta, alcune associazioni civili, come WWF e Coldiretti, nonché numerosi abitanti dei paesi intorno al poligono, molti dei quali malati di leucemia, tumori e malformazioni, hanno avanzato la richiesta di essere ammessi come parte civile nel processo. La prossima udienza è stato fissata per il 13 novembre, giorno in cui il giudice Nicola Caschili dovrà decidere se accettare o meno le richieste. Di fronte al tribunale di Lanusei questa mattina si sono inoltre radunati in sit-in i movimenti indipendentisti e antimilitaristi della rete "Pesa Sardigna" e del Fronte indipendentista "Unidu". A ripercorrere la vicenda il WWF, nel dossier ‘Natura connection crimini contro la natura in Italia e nel mondo’: "Il poligono con i suoi 120 chilometri quadrati di estensione è la più importante base europea per l'addestramento militare e per la sperimentazione di nuove armi. Nel gennaio del 2011 la magistratura ha aperto una inchiesta sui ripetuti casi di linfomi, leucemie e altre patologie tumorali tra i militari, i lavoratori civili della base, i pastori che possedevano allevamenti nell'area del poligono e gli abitanti dei centri vicini. Le indagini hanno portato anche alla luce svariati casi di bestiame nato con mostruose malformazioni, nonché la terribile scoperta che il poligono è stato, per anni, utilizzato come una vera e propria discarica di materiale militare, che potrebbe anche contenere uranio impoverito; il tutto sepolto sotto una superficie apparentemente incontaminata o negli abissi di quel mare cristallino che il mondo ci invidia".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: