le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai1, I Giganti: la Sardegna raccontata da Geppi Cucciari

"I Giganti, in onda domenica 12 luglio alle 9.55 su Rai1, partendo dall'ulivo millenario di Luras, racconterà la Sardegna e Geppi Cucciari farà da guida. Sarà un viaggio alla scoperta dell'isola, partendo dalla tradizione attraversando i cinque sensi", rende pubblico con un comunicato la tv pubblica.

La tv pubblica di Stato comunica, attraverso quest'ultima nota pubblicata sul sito internet istituzionale: "I Giganti, in onda domenica 12 luglio alle 9.55 su Rai1, partendo dall'ulivo millenario di Luras, racconterà la Sardegna e Geppi Cucciari farà da guida. Sarà un viaggio alla scoperta dell'isola, partendo dalla tradizione attraversando i cinque sensi. Si comincerà dal tatto, per il quale è stata scelta una delle tante ricchezze della Sardegna proveniente dagli alberi: il sughero, e che attraverso le parole dei suoi operai, descrive la complessa lavorazione di una materia così incredibile."
"Secondo senso - informa inoltre la Rai -, il gusto: a metà tra tradizione e scienza, esplorerà l'innovativa realtà del Parco Tecnologico di Alghero, che con la sua ricerca bio-alimentare promuove lo sviluppo scientifico e tecnologico. Il senso dell'olfatto, invece sarà rappresentato dall'incontro di una moltitudine di odori: terra, cuoio, polvere, festa, si tratta dell'Ardia di Sedilo, corsa equestre tradizionale con forti legami con la religione, una delle feste più suggestive e spettacolari della Sardegna."
"Sempre nel segno della tradizione il senso dell'udito, con i Maestri Campanari di Tonara, in particolare la famiglia Sulis che creano artigianalmente i sonagli e i campanacci per il bestiame di tutta la Sardegna, ognuno dei quali è accordato a mano e ha un suono unico" si prosegue.
"Il viaggio si concluderà con il senso della vista - si espone in ultimo -, che regalerà un'altra delle bellezze dell'Isola, il Parco Naturale Regionale del Molentargius – Saline. Situato su una striscia di sabbia lambita dal mare lunga circa dieci chilometri, dove si trovano le saline più vaste d'Italia, questo splendido luogo è diventato habitat ideale ed abituale dei fenicotteri rosa."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: