le notizie che fanno testo, dal 2010

Ciclone Cleopatra in Sardegna: almeno 17 vittime. CdM: stato di emergenza

Tragedia in Sardegna, dove il ciclone Cleopatra si è abbattuto con violenza soprattutto nelle province di Olbia e Nuovo, causando almeno 17 vittime. Come spiega la Protezione Civile, le precipitazioni hanno raggiunto picchi di cumulate anche di 450 ml in dodici ore. Il CdM ha dichiarato lo stato di emergenza.

Il Consiglio dei Ministri, convocato in via straordinaria questa mattina, ha dichiarato lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nel territorio della Regione autonoma della Sardegna. Un violento nubifragio, infatti, si è abbattuto sulla Sardegna, causando almeno 17 morti in diverse Province.Sono 9 le vittime nella provincia di Olbia, 4 persone hanno perso invece la vita nella vicina Arzachena, in Costa Smeralda. Nell'Oristanese un'anziana è stata trovata morta nella sua casa allagata a Uras mentre a Torpè, nel nuorese, oltre all'anziana morta di infarto, sarebbe stata trovata un'altra vittima. Un poliziotto di Nuoro è invece morto nella strada che collega Oliena a Dorgali. Il numero dei dispersi, invece, è ancora da definire con certezza. Come spiegato dalla Protezione Civile, il maltempo e le forti piogge hanno interessato prima la zona del Medio Campidano, per poi estendersi nella zona sud-orientale dell'isola e colpire dalla serata di ieri, anche la parte nord orientale della Sardegna, la Gallura. In alcuni casi, le precipitazioni hanno raggiunto picchi di cumulate anche di 450 ml in dodici ore. Le Province della Sardegna più interessate dal maltempo sono Olbia e Nuoro, tanto che nel comune di Torpé sono state evacuate 500 persone. Anche nel centro di Olbia ci sono stati centinaia di sfollati. Sotto osservazione due dighe in particolare, entrambe in provincia di Nuoro: la prima è quella di Maccheronis nel comune di Torpé mentre la seconda è la diga sul fiume Cedrino. Il ciclone Cleopatra che si è abbattuto sulla Sardegna ha causato anche diverse frane, tanto che la strada statale 129, nel tratto tra Nuoro e Orosei, è interrotta per il crollo di un ponticello. Criticità anche sulla statale 131. Rimangono le interruzioni di due tratti ferroviari sulle tratte Olbia - Chilivani e Macomer - San Gavino. Il porto e l'aeroporto di Olbia, invece, rimangono aperti, con parziali limitazioni. Questa mattina, il Capo Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli ha raggiunto i luoghi colpiti dal maltempo, sorvolando Olbia. Intervenuto a RaiNews24, il Presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci ha sottolineato: "La situazione in tutta l'isola è caotica. Si tratta, come hanno spiegato gli esperti, di una piena millenaria che si verifica molto raramente. Le ultime quattro vittime sono tutte di una stessa famiglia di Arzachena". Nel pomeriggio arriverà invece ad Olbia il ministro della difesa Mario Mauro.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: