le notizie che fanno testo, dal 2010

Aumenti traghetti Sardegna. Cappellacci: valuteremo danni subiti

L'Antitrust apre un'istruttoria "nei confronti delle società Moby, Snav, Grandi Navi Veloci eForship". Il dubbio è che si sia fatto catello, visto che vi è stato un "incremento medio del 90-110 per cento". E Cappellacci avverte: se così fosse, valuteremo i danni subiti.

L'Antitrust ha aperto una istruttoria "nei confronti delle società Moby, Snav, Grandi Navi Veloci eForship (marchio 'Sardinia Ferries'), e delle loro controllanti, per verificare se abbiano posto in essere un'intesa restrittiva della concorrenza, finalizzata all'aumento coordinato dei prezzi per il trasporto passeggeri da/per la Sardegna". Il sospetto dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato è che si possa essere fatto cartello, visto che l'Antitrust, dopo varie segnalazioni, conferma "un incremento generalizzato dei prezzi praticati dagli operatori, incremento medio stimato nell'ordine del 90-110% rispetto ai prezzi dell'anno precedente". Tra le prime ad allertare l'Antitrust la Regione Sardegna, il cui governatore, Ugo Cappellacci, auspica che l'istruttoria si possa concludere in tempi brevi, perché "ogni giorno in più pesa negativamente sul sistema Sardegna". "Laddove si dovessero riscontrare anomalie rispetto alle regole del libero mercato, la Sardegna - spiega Cappellacci, come si legge sull'Ansa - è pronta a fare le opportune valutazioni per la quantificazione dei danni subiti, sia in termini di mancate prenotazioni sia per le conseguenze sui comparti produttivi interessati".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Antitrust# concorrenza# Moby# Sardegna