le notizie che fanno testo, dal 2010

Sarah Scazzi, Cassazione: da Sabrina Misseri fredda pianificazione dell'omicidio

I giudici della Cassazioni spiegano nelle motivazioni di non aver concesso sconti di pena a Sabrina Misseri per via della "fredda pianificazione" dell'omicidio della cugina Sarah Scazzi.

Depositate le motivazioni della sentenza della Cassazione che ha confermato l'ergastolo di Sabrina Misseri e Cosima Serrano, accusate di aver ucciso Sarah Scazzi.
Secondo i giudici, Sabrina Misseri "non merita sconti di pena per le modalità commissive del delitto" e per la "fredda pianificazione d'una strategia finalizzata, attraverso comportamenti spregiudicati" all'omicidio della cugina.
Fu infatti Sabrina Misseri, secondo la Cassazione, a "strumentalizzare i media, deviando le investigazioni verso piste fasulle".
Ugualmente immeritevole delle attenuanti generiche Cosima Serrano perché invece di placare "l'aspro contrasto sorto" tra Sabrina Misseri e Sarah Scazzi "si era resa direttamente protagonista del sequestro della giovane nipote partecipando, poi, materialmente alla fase commissiva del delitto".
La Cassazione non ha dubbi infatti che lo strangolamento di Sarah Scazzi è avvenuto con "concorso sinergico" tra madre e figlia poiché l'una ha spoto "in essere la specifica azione di soffocamento da dietro della vittima" e l'altra ha reso inutile "ogni tentativo di difendersi e ogni chance di fuga".

© riproduzione riservata | online: | update: 11/10/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Sarah Scazzi, Cassazione: da Sabrina Misseri fredda pianificazione dell'omicidio
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI