le notizie che fanno testo, dal 2010

Valentina Misseri: papà mi ha detto clamorose rivelazioni

Valentina Misseri lunedì è andata in carcere a trovare il padre Michele e racconta: "Mi ha detto cose importantissime, clamorose, che devo riferire al colonnello Russo e ai magistrati". Valentina è sempre più convinta dell'innocenza della sorella Sabrina, nonostante tutto.

Valentina Misseri lunedì è andata in carcere a trovare il padre Michele, e la figlia racconta di come "papà è molto provato, dimagrito e depresso". Valentina, la più grande delle figlie Misseri che vive a Roma lavorando come parrucchiera, ad Avetrana era tornata solo una settimana dopo l'omicidio della cugina Sarah Scazzi, in occasione della fiaccolata che si fece allora. Valentina è convinta che ad uccidere Sarah sia stato il padre ma non la sorella Sabrina. In carcere ci è andata perché Michele "ha bisogno di essere assistito in tutte le cose che gli servono" spiegando che "per esempio non sapeva che gli asciugamani e altri oggetti indispensabili per la vita in cella deve chiederli riempiendo un modulo". Ma Valentina è andata in carcere anche per parlare col padre, anche se specifica che lei non gli ha "chiesto nulla" ma che è stato il padre a voler "parlare" e lei l'ha "ascoltato".
"Mi ha detto cose importantissime, clamorose, che devo riferire al colonnello Russo e ai magistrati", confida ai giornalisti, ma non aggiunge altro, forse perché in questi giorni troppe cose che sono state dette sono state trasformate dai media. Valentina ora vuole parlare "solo alle autorità". E vedremo se ci sarà un nuovo colpo di scena.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: