le notizie che fanno testo, dal 2010

Tabulati cell incastrano Sabrina: vicina al pozzo cui finì Sarah

Nuovo colpo di scena riguardo l'omicidio di Sarah Scazzi. I tabulati del cellulare di Sabrina Misseri rivelano che la ragazza non era con Mariangela in un frangente di tempo ma vicino alla zona del pozzo dove fu gettato il cadavere di Sarah Scazzi.

Nuovo colpo di scena riguardo l'omicidio di Sarah Scazzi, proprio oggi che le troupe televisive sono costrette a lasciare via Deledda, ad Avetrana, via della casa dei Misseri, su ordinanza del sindaco. Da ieri, infatti, non sono più secretati alcuni stralci del verbale del 15 ottobre scorso dove pm e investigatori interrogano Sabrina Misseri riguardo un possibile buco di circa 40 minuti. Sembra infatti che i tabulati telefonici hanno evidenziato che alle 15.19 di quel 26 agosto Sabrina Misseri non si trovasse con Mariangela, come invece afferma, ma nei pressi della zona dove è stato ritrovato il corpo di Sarah Scazzi. Sabrina Misseri, infatti, alle 15.19 e 51 secondi ha mandato un messaggio ad Ivano Russo (di cui sembra che sia lei che Sarah fossero innamorate) che diceva: "Ti stavo chiamando è scomparsa Sarah". Secondo i tabulati, il telefonino di Sabrina avrebbe in questa occasione agganciato una cella telefonica di Nardò, nei pressi della contrada Mosca dove c'è il pozzo in cui è stata gettata Sarah. Quello di Mariangela, invece, che in quei minuti stava chiamando il padre, avrebbe invece agganciato una cella di Avetrana. L'ufficiale della polizia giudiziaria durante l'interrogatorio chiede quindi a Sabrina: "Lei mi dice che stavate assieme e agganciate celle proprio completamente...(diverse, ndr)" che gli risponde "Ma stavamo insieme, però". Un interrogatorio sembra fatto di molti non ricordo anche se Sabrina ribadisce alla fine di stare proprio con Mariangela in quei momenti e racconta: "Perché pure a lei stessa (Mariangela, ndr) dissi io 'non so se chiamare Ivano o meno...' " aggiungendo in seguito: "del fatto di Ivano, c'era lei presente perché lei stava chiamando con il telefonino mio. Perché a me mi sembrava male chiamarlo che non mi parlava. Lei ha preso il telefono per chiamare e io poi dopo gli ho mandato il messaggio, a Ivano". Gli investigatori gli ricordano a questo punto che si sta "parlando dei tabulati non delle dichiarazioni di Mariangela" ma Sabrina sembra convinta di quello che dice tanto che il pm alla fine conclude: "Benissimo, quindi contrariamente a quanto risulta dai tabulati lei stava con Mariangela... Benissimo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: