le notizie che fanno testo, dal 2010

Sarah Scazzi: può averla strangolata anche una donna

Il medico legale ha affermato che "le lesioni riscontrate sul collo della vittima sono compatibili anche con l'azione di una persona di sesso femminile, non particolarmente gracile" e subito si è incominciato a parlare che ciò potrebbe essere una prova contro Sabrina Misseri.

Il medico legale Luigi Strada ha affermato che "le lesioni riscontrate sul collo della vittima sono compatibili anche con l'azione di una persona di sesso femminile, non particolarmente gracile" e immediatamente si è incominciato a parlare che tale dichiarazione potrebbe essere una prova di colpevolezza per Sabrina Misseri. Ad oggi, purtroppo, l'unica verità certa comunque sembra essere solo quella dell'omicidio di Sarah Scazzi. Lo zio, che ha confessato il delitto, prima ha affermato di aver fatto tutto da solo e di aver abusato del corpo della giovane una volta strangolata, poi ha accusato la figlia Sabrina di aver portato in quel garage Sarah, perché doveva darle una lezione. Il movente si dice che potrebbe derivare dal fatto che Michele Misseri avrebbe molestato Sarah Scazzi nei giorni precedenti l'omicidio, e una prova di tale ossessione verso la nipote sarebbe l'abuso del cadavere. Ma in serata il legale di Michele Misseri anticipa che il proprio cliente ritratterà una parte della confessione, quella che riguarda la violenza sul corpo della ragazzina. Naturalmente ancora non sono noti i motivi che hanno portato l'uomo ad inventarsi questa macabra confessione, ma a questo punto Vito Russo, il difensore di Sabrina, potrebbe aver fatto una giusta analisi quando disse che Michele Misseri sarebbe un teste "non affidabile".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: