le notizie che fanno testo, dal 2010

Sarah Scazzi: porta tra garage e cucinino. Forse omicidio in casa

A casa di Michele Misseri, ancora in carcere per l'omicidio di Sarah Scazzi, vi è stato un sopralluogo dei legali della famiglia della vittima, che hanno verificato che tra il garage e la casa vi è un accesso, una porta.

Il sopralluogo, nell'ambito di indagini difensive, nella casa di Michele Misseri è servito per verificare che "l'accesso interno tra casa e garage esiste e che il suo utilizzo è possibile" spiega l'avvocato Walter Biscotti, uno dei legali di Concetta Scazzi, la madre di Sarah, la 15enne uccisa ad Avetrana il 26 agosto scorso. In carcere, unici indagati dell'omicidio, la cugina Sabrina Misseri e il padre Michele.
"E' stata un'attività utile ai fini di una diretta conoscenza dello stato dei luoghi e del teatro dell'omicidio - spiega sempre l'avvocato Biscotti all'Adnkronos - Tutto ciò sarà molto utile e costituirà oggetto di un nostro analitico approfondimento per consentire alla persona offesa di dare il suo contributo alle indagini".
L'avvocato spiega poi all'Ansa che la porta tra casa e garage "si può aprire e questo è uno degli elementi sui quali ci siamo soffermati".
La porta collegherebbe il garage ad un cucinino, e viceversa, e l'avvocato Biscotti sostiene che ciò "potrebbe portare spunti di riflessione importanti per sostenere che l'omicidio sia avvenuto in casa".
Ma il legale della famgilia Scazzi specifica anche che era "importante prendere cognizione di tutti i luoghi, di tutte le stanze, del garage, secondo il racconto che ha fatto Michele Misseri nei suoi interrogatori".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Avetrana# carcere# omicidio# Sabrina Misseri# teatro