le notizie che fanno testo, dal 2010

Sarah Scazzi: persona dell'anno 2010, VIP suo malgrado

Sarah Scazzi è stata nominata tra le "persone dell'anno" dal settimanale Vanity Fair che racconta in 6 pagine la 15enne attraverso i ricordi dalla madre Concetta e delle sue amiche di scuola, sancendo così l'entrata di Sarah Scazzi, suo malgrado, nel mondo dei VIP.

Il delitto di Sarah Scazzi continua ad incuriosire le menti degli italiani, non solo per l'efferatezza dell'omicidio ma per tutti quegli scheletri nell'armadio che i familiari della 15enne sembrano celare.
Lo zio Michele Misseri che dice di averla uccisa e di aver abusato del cadavere della nipote per poi ritrattare tutto e far ricadere la colpa del delitto sulla figlia Sabrina, che si dice innocente.
Tante le bugie, le gelosie, le invidie, le morbosità che ruotano intorno l'omicidio della piccola Sarah Scazzi, ritrovata nuda in fondo ad un pozzo nella campagne sperdute di Avetrana (Taranto).
Una vicenda che ha attirato l'attenzione di tutti i media e di conseguenza di tutti gli italiani. Probabilmente per questi motivi Vanity Fair dedica a Sarah Scazzi ben sei pagine del suo settimanale in edicola.
Addirittura Vanity Fair inserisce Sarah Scazzi tra le "persone dell'anno", insieme ad una Lady Gaga in mutande e un ritratto di Julian Assange (WikiLeaks) da bambino. Il reportage "Sarah, una ragazza italiana" è di Imma Vitelli che è stata ad Avetrana una settimana per poter raccontare non l'inchiesta in corso ma la vita della ragazzina, attraverso i ricordi dalla madre Concetta e delle sue amiche di scuola.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: