le notizie che fanno testo, dal 2010

Sarah Scazzi: perché Michele Misseri è sotto TSO? Valentina: stava bene

Michele Misseri scarcertato ma sotto TSO. Il nuovo scoop arriva in serata, anche se rimangono molte le domande in merito al perché Michele Misseri è sotto Trattamento sanitario obbligatorio. La figlia Valentina assicura che stava benissimo, e di non aver chiamato lei il 118.

Continuano i colpi di scena ad Avetrana. Nella giornata di ieri la notizia che Michele Misseri, una volta il "mostro" che aveva ucciso senza pietà la nipote Sarah Scazzi, era stato scarcerato, pare per decorrenza dei termini di custodia cautelare. In carcere, per l'omicidio di Sarah Scazzi, rimangono quindi Sabrina Misseri e Cosima Serrano, rispettivamente figlia minore e moglie di Michele. Il contadino di Avetrana torna quindi nella villetta dei "misteri", dove è accolto dalla figlia maggiore, Valentina, che da quando è stata arrestata la madre si è trasferita da Roma al paese d'origine per custodire la casa. C'era già qualcuno che si domandava come Michele Misseri avrebbe quindi passato la notte, se avrebbe dormito nel letto matrimoniale o in quella sdraio che molti media vedevano come il simbolo delle "matrone" della casa che obbligavano il contadino ad una vita di sacrifici e di "ordini". Ma poi il nuovo scoop. Michele Misseri non dormirà nella sua villetta ancora una volta, perché è stato ricoverato per un TSO, cioè un Trattamento sanitario obbligatorio. Repubblica.it spiega che a chiamare il 118 sarebbero stati i carabinieri vedendo "segni di squilibrio" in Michele Misseri, e che i medici "dopo averlo visitato, hanno prescritto un trattamento sanitario obbligatorio" (http://is.gd/mSLp3D). Il TSO però può essere emanato solo dal Sindaco del Comune, in quanto massima autorità sanitaria, e, come si legge anche su Wikipedia, "su proposta motivata di un medico" e "qualora il trattamento preveda un ricovero ospedaliero, è necessaria inoltre la convalida di un secondo medico, appartenente ad una struttura pubblica. La procedura impone infine l'informazione dell'avvenuto provvedimento al Giudice Tutelare di competenza". E infatti Velentina, la figlia di Michele Misseri, spiegherebbe ai giornalisti che sarebbe stato proprio il sindaco di Avetrana "a disporre con un'ordinanza il ricovero" (http://is.gd/HolGyw). "Michele stava bene - spiega Valentina - era meravigliato per essere uscito dal carcere e si è sfogato con me, ma stava benissimo". "Sono venuti i medici del 118 dicendo di aver ricevuto una chiamata, ma io non ho chiamato nessuno" precisa quindi Valentina Misseri. Ad Avetrana quindi sembra aggiungersi anche il giallo del perché del ricovero per TSO, visto che il Trattamento sanitario obbligatorio è una procedura sanitaria che può essere applicata, per legge, "in caso di motivata necessità e urgenza clinica, avanti al rifiuto al trattamento del soggetto che soffra di una grave patologia psichiatrica o infettivologica non altrimenti gestibile, a tutela della sua salute e sicurezza e/o della salute pubblica", sempre da Wikipedia. A qualcuno potrebbero quindi sorgere almeno tre domande in merito a tale decisione: Michele Misseri è una persona affetta da malattia mentale che necessiti di trattamenti sanitari urgenti? Michele Misseri ha rifiutato il trattamento sanitario? Non è stato possibile prendere per Michele Misseri adeguate misure extraospedaliere?

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: