le notizie che fanno testo, dal 2010

Sarah Scazzi: Cosima Serrano il 26 agosto versa 4.000 euro

Gli investigatori sembra che stiano cercando di capire se nell'omicidio di Sarah Scazzi possa avere avuto un ruolo, anche marginale, Cosima Serrano, moglie di Michele e mamma di Sabrina. Sembra infatti che l'alibi fornito per la mattina del 26 agosto abbia dei buchi.

Il giallo di Avetrana non smette di riservare colpi di scena. Da poche ore le agenzie di stampa battono la notizia che forse Sarah Scazzi potrebbe essere stata uccisa un paio d'ore dopo rispetto a quanto ritenuto finora, il che se confermato potrebbe far ripartire da zero tutte le indagini.
In carcere rimane comunque Michele Misseri, che dopo aver confessaro l'omicidio della nipote non solo ha ritrattato tutto ma ha addossato la colpa sulla figlia Sabrina, anche lei arrestata ma che si proclama innocente. Michele Misseri, inoltre, ha ritrattato anche il vilipendio di cadavere.
Ma gli investigatori sembra che stiano cercando di capire anche se in questa brutta vicenda possa avere avuto un ruolo, anche marginale, Cosima Serrano, la moglie di Michele e mamma di Sabrina.
Sembrano infatti non coincidere le dichiarazioni della donna con le testimonianze fornite dallo stesso Michele ma anche da altre persone.
In poche parole, i pm stanno cercando di capire cosa abbia fatto Cosima tra le 8.30 alle 12.30 di quel 26 agosto ad Avetrana.
Cosima Serrano racconta di essere andata, come ogni giorno, a lavorare nei campi dalle 6 del mattino fino circa le 13.00.
Il problema è che Michele Misseri avrebbe detto che la moglie era ancora in casa alle 8.30, quando lui uscì per andare a comperare dell'olio per i trattori.
Una testimone afferma poi che alle 9.00 l'Opel Astra verdino che usava abitualmente Cosima sembra che non fosse parcheggiata davanti la villetta di Via Deledda e anche Anna Pisanò, la cosiddetta supertestimone, avrebbe raccontato che la donna non era in casa quella mattina, quando lei andò a trovare Sabrina.
Ad incuriosire gli investigatori, inoltre, è la testimonianza di un bancario che afferma che la mattina del 26 agosto, intorno alle 12.18, Cosima avrebbe effettuato un versamento di 4.000 euro sul conto corrente intestato a lei e alla figlia maggiore Valentina.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: