le notizie che fanno testo, dal 2010

Sarah Scazzi, 11esima udienza: parla il fratello di Ivano Russo

Si è conclusa l'undicesima udienza del processo sull'omicidio di Sarah Scazzi, con la deposizione del fratello di Ivano Russo. Claudio Russo racconta dell'attenggiamento dell'allora avvocato di Sabrina Misseri e della visita di zio Michele dopo la scomparsa di Sarah Scazzi.

Nel corso di questa undicesima udienza del processo di Sarah Scazzi, 15enne uccisa ad Avetrana il 26 agosto del 2010, erano attesi otto testimoni citati dall'accusa, ma si è presentato solo il fratello di Ivano Russo, Claudio. Gli altri testimoni non si sono presentati per un difetto di notifica, mentre per una teste è stato disposto l'accompagnamento per la prossima udienza.
La gelosia per Ivano Russo, come è ormai noto, sarebbe il movente, secondo l'accusa, che avrebbe mosso Sabrina Misseri, in concorso con la madre Cosima Serrano, ad uccidere Sarah Scazzi. Michele Misseri, infatti, è sotto processo (dopo aver cambiato versioni più volte) solo per soppressione di cadavere.
Claudio Russo racconta quindi che il 26 agosto del 2010 era andato al mare con la fidanzata, per poi tornare a casa verso mezzogiorno, confermando che il fratello Ivano stava riposando sul divano dopo aver pranzato.
Nel corso della testimonianza Claudio Russo spiega che "Ivano aveva paura delle microspie", soprattutto dopo una telefonata che sconvolse il ragazzo. Come riporta Claudio, Ivano Russo venne contattato tempo addietro dall'avv. Vito Russo, difensore di Sabrina Misseri, che, stando a tale testimonianza, gli avrebbe fatto intendere che il suo arresto sarebbe avvenuto a breve.
Secondo il ragionamento di Claudio, inoltre, l'avvocato Vito Russo cominciò a far domande riguardo Mariangela Spagnoletti per screditarla e "far emergere che avesse dei rancori nei confronti di Sabrina Misseri". Mariangela Spagnoletti (http://is.gd/kPet3M) è l'amica con cui le due cugine sarebbero dovute andare al mare quel 26 agosto e che in una precedente testimonianza ha confermato di aver visto Sabrina Misseri "agitata" per il ritardo di Sarah Scazzi nonché "già in strada", e non in veranda come sostiene l'accusata.
Il fratello di Ivano Russo afferma che l'avvocato Vito Russo si era infatti informato se per caso il ragazzo avesse avuto con Mariangela una relazione, un approccio, e se per caso questa fosse di lui gelosa.
Infine Claudio Russo ricorda che poco dopo la scomparsa di Sarah Scazzi la famiglia Misseri si erano recata in casa loro per portare dei funghi e parlare con Ivano riguardo una sua deposizione ai carabinieri. In realtà, Claudio Russo sembra aver confermato di aver sentito la voce di Michele Misseri più quella di altre donne, non potendo però dire con certezza se quelle voci femminili appartenessero a Cosima Serrano, Sabrina o Valentina Misseri.
La dodicesima udienza è fissata per il 17 aprile, con la citazione di ben 10 testimoni, tra cui Antonella Spinelli, la cugina di Sarah Scazzi che ospitò la ragazzina, a San Pancrazio, tre giorni prima del terribile omicidio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: