le notizie che fanno testo, dal 2010

Sarah: Sabrina Misseri venerdì avrà faccia a faccia col padre

Venerdì 19 ci sarà l'incidente probatorio di Michele Misseri, che cristallizzarà le sue ultime dichiarazioni, e dovrà rispondere all'interrogatorio davanti alla figlia Sabrina Misseri, che ha chiesto di essere presente. Chissà se l'uomo cambierà ancora versione.

Il gip Martino Rosati ha fissato per venerdì 19 l'incidente probatorio di Michele Misseri, che cristallizzarà le sue ultime dichiarazioni. Ma questa volta Michele dovrà rispondere all'ennesimo interrogatorio davanti alla figlia Sabrina Misseri, che ha accusato lo scorso 4 novembre di aver ucciso da sola Sarah Scazzi.
Sabrina Misseri lo ripeteva da tempo di voler avere un faccia a faccia con il padre, per vedere se avrebbe avuto il coraggio di ripetere quello che lei definisce solo una montagna di bugie. E' da specificare che comunque Sabrina Misseri non avrà la possibilità di interloquire.
Sabrina dal carcere continua a dirsi innocente, e quando ha saputo dell'incidente probatorio ha chiesto di poter essere presente per vedere se il padre riuscirà a guardarla "negli occhi prima di ripetere quelle cose". E il gip sembra averla accontentata, notificando oggi l'atto anche alla difesa di Sabrina. Michele Misseri dovrà quindi ripetere, di fronte alla figlia, che Sabrina lo andò a svegliare quando Sarah era già stata strangolata nel garage, con una cintura che lui ha indicato essere dentro la Seat Marbella ma che ieri si è scoperto essere incompatibile con l'arma del delitto.
Davanti a Sabrina Michele Misseri dovrà dire che "con una carezza" ha capito che Sarah Scazzi era ormai morta, affermando alla figlia di non preoccuparsi perché si sarebbe addossato lui tutta la colpa.
Vedremo come si comporterà venerdì prossimo Michele, di fronte a quella figlia che dal profilo dei carabinieri del RAC sembra essere una ragazza dalla personalità forte e matura, mentre lui viene descritto dagli esperti del carcere con "un'immaturità affettiva e anestesia emozionale: incapacità di sentire piacere e dolore", anche se non è dello stesso avviso la difesa dell'uomo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: