le notizie che fanno testo, dal 2010

Giallo Scazzi: lo scenario è quello raccontato da Misseri

L'omicidio di Sarah Scazzi si tinge sempre più di giallo e al centro della vicenda rimane lo zio, Michele Misseri, che si è addossato le colpe più nefande. Ma Michele Misseri ora vuole ritrattare, forse perché "si risolve a dire le cose volta per volta", come dice il suo legale.

L'omicidio di Sarah Scazzi ogni giorno si tinge sempre più di giallo e al centro di tutta la vicenda rimane lo zio, Michele Misseri, che si è addossato tutte le colpe più nefande. Ma Michele Misseri "si risolve a dire le cose volta per volta", afferma il suo avvocato Daniele Galoppa intervistato da "Chi l'ha visto?" ieri sera su Rai 3, e questo sarebbe uno dei motivi che lo porterebbe a ritrattare anche il vilipendio del cadavere della nipote.
Ma Galoppa ne è certo, questo modo di comunicare di Michele Misseri è stato identico fin "dall'inizio" e per questo "arriveremo comunque ad una fine".
Per il legale di Misseri, comunque, "lo scenario" di tutta questa triste e brutta vicenda "è quello raccontato dal mio assistito" e sarà quello che probabilmente si potrà leggere "nell'ordinanza di custodia cautelare in carcere di rimissione o in libertà della giovane Sabrina", afferma Galoppa.
L'avvocato Daniele Galoppa si augura comunque, come gran parte degli italiani che alla fine "ci sia finalmente un discorso logico coerente e poi successivamente confortato da quelle che sono le risultanze".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: