le notizie che fanno testo, dal 2010

Samantha Cristoforetti: con Avamposto42 il cibo nello Spazio e sulla Terra

A cinque mesi dal via della missione Futura, Samantha Cristoforetti presenta la principale operazione di comunicazione ad essa collegata, il sito "Avamposto42", nome ispirato alla trovata di Douglas Adams in "Guida galattica per autostoppisti". Il sito "Avamposto42" sarà dedicato alla nutrizione e alla salute nello Spazio e sulla Terra.

A circa cinque mesi di distanza dal lift-off della Soyuz TMA che dall’enclave russa di Baikonour darà il via ufficiale alla missione Futura, l'ASI presenta la principale operazione di comunicazione ad essa collegata. Si tratta del sito web "Avamposto42", voluto e sostenuto dal l’astronauta italiana dell’ESA Samantha Cristoforetti - e realizzato da ESA, ASI e Aeronautica Militare - per permettere a tutti di seguire il suo lavoro da oggi fino alla fine dei sei mesi a bordo della ISS a maggio del prossimo anno. Il nome del sito, "Avamposto42", si ispira esplicitamente alla trovata di Douglas Adams in "Guida galattica per autostoppisti", secondo cui "42" sarebbe la risposta di un supercomputer alla "Domanda fondamentale sulla Vita, l’Universo e tutto quanto". "Ho trovato divertente che il numero della mia missione, la 42, corrispondesse al numero che, nel libro, è, ironicamente, la risposta a tutte le domande" sottolinea Samantha Cristoforetti, spiegando che invece il nome "Avamposto è stato scelto perché la ISS lo è di tutta l'umanità nello Spazio". Avamposto42 ed è il primo sito web dedicato alla nutrizione e alla salute nello Spazio e sulla Terra. La missione Futura che raggiungerà la Stazione Spaziale Internazionale il prossimo novembre sarà infatti caratterizzata dal tema della nutrizione. Samantha Cristoforetti rivela che il tema della nutrizione l'ha scelto lei stessa "un paio di anni fa" perché voleva "affrontare argomenti che potessero essere di grande interesse anche per chi non vola nello Spazio". Lo scopo del sito è quello di "vivere un doppio viaggio - prosegue l'astronauta italiana - non solo nello Spazio ma anche nel mondo della nutrizione" perché "il cibo non è, banalmente, solo la benzina nel nostro corpo, ma ciò che lo trasforma e lo può mantenere in salute".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: