le notizie che fanno testo, dal 2010

Sakineh: nessuna conferma ufficiale su esecuzione domani

Forse domani Sakineh Mohammadi Ashtiani potrebbe essere giustiziata. In realtà "al momento non c'è ancora nessuna conferma ufficiale", spiega l'IHR mentre i giovani PdL di Officina futura stanno organizzando una veglia, cui parteciperà anche Isabella Rauti.

In queste ore è stata pubblicata la notizia che forse domani Sakineh Mohammadi Ashtiani potrebbe essere giustiziata. In realtà "al momento non c'è ancora nessuna conferma ufficiale", spiega all'Aki-Adnkronos International Mohammad Amiry-Moghaddam, portavoce di "Iran Human Rights" (IHR), Ong che si batte contro la pena di morte nella Repubblica Islamica.
Mohammad spiega che anche se da "Teheran giungono segnali preoccupanti" le notizie parlano solo che l'esecuzione di Sakineh "potrebbe essere imminente". Quindi "nessun elemento" che la condanna sia eseguita domani anche se ci sono molti segnali "inquietanti" dall'Iran, perché sempre l'IHR rivela che "per la prima volta le autorità hanno confermato l'arresto dell'avvocato della donna, Javid Houtan Kian" aggiungendo che poi "un ufficiale del ministero degli Esteri iraniano ha ribadito che la donna è condannata a morte per l'omicidio del marito".
Intanto i giovani PdL di Officina futura stanno organizzando per questa sera "una veglia per difendere il diritto alla vita di Sakineh Mohammadi Ashtiani e di tutti quelli, uomini e donne, che vivono la stessa drammatica situazione", che si svolgerà davanti all'ufficio del Parlamento europeo. Quello che cercano anche di ottenere è da parte delle autorità iraniane "una posizione chiara contro la pena di morte della donna iraniana".
In queste ultime ore ha fatto sapere che parteciperà alla veglia, tra gli altri, anche Isabella Rauti (moglie del sindaco di Roma Gianni Alemanno), membro dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio, mentre Rocco Buttiglione, vice presidente della Camera e presidente dell'UDC, chiede al governo italiano di attivarsi per cercare di salvare la vita di Sakineh sottolineando come "sia un dovere di ogni credente in Dio essere contro la pena di morte".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: