le notizie che fanno testo, dal 2010

Lou Gehrig forse non è morto di SLA

Uno studio portato avanti da specialisti del Massachusetts hanno instillato un dubbio che potrebbe cambiare non solo una verità medica data per certa da anni ma anche una verità storica. Forse Lou Gehrig non è morto a causa della SLA ma da traumi riportati durante la sua carriera sportiva.

Uno studio portato avanti da specialisti del Veteran Affairs Medical Center di Bedford e della Boston University School of Medicine, Massachusetts, hanno instillato un dubbio che potrebbe cambiare non solo una verità medica data per certa da anni ma anche una verità storica.
La ricerca, infatti, farebbe pensare che forse Lou Gehrig, il famoso giocatore di baseball morto nel 1941, non è morto a causa della SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), detta anche morbo di Gehrig.
I medici dopo aver esaminato i tessuti di un pugile e di due giocatori di football hanno scoperto infatti che questi non erano morti a causa della SLA, come diagnosticato, ma da una sindrome simile, causata probabilmente da alcuni traumi che hanno danneggiato il sistema nervoso. Da qui l'ipotesi che anche Lou Gehrig, come molti altri atleti, non abbia contratto la SLA, anche se tale accostamento non è stato fatto direttamente da chi ha condotto la ricerca. Ciò che lo studio evidenzia è che forse gli sportivi non si ammalano così tanto, come dicono le statistiche, di Sclerosi Laterale Amiotrofica ma di un'altra malattia, magari causata da traumi troppo violenti o ripetuti a seconda dello sport praticato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Boston# football# medici# ricerca# SLA# verità