le notizie che fanno testo, dal 2010

Sanzioni Russia: fatturato UE perde 10%, mentre sale del 6% quello USA

Le sanzioni inflitte alla Russia, su pressione degli Stati Uniti, cominciano a pesare economicamente anche all'Europa. L'UE perde il 10% del fatturato nei primi due mesi del 2015 mentre quello degli Stati Uniti cresce del 6%.

Le sanzioni inflitte alla Russia, su pressione degli Stati Uniti, cominciano a pesare economicamente anche all'Europa. Nei primi due mesi del 2015 il fatturato del commercio tra l'UE e la Russia si è infatti ridotto del quasi 10% rispetto ad un anno fa. E mentre l'Europa perde pezzi di mercato a guadagnarci sono proprio gli Stati Uniti, ai quali l'UE si è piegata quando ha deciso di infliggere le sanzioni contro Mosca. Il Der Spiegel rivela infatti che, in base alle statistiche russe, il commercio tra gli Stati Uniti e la Russia è aumentato di circa il 6%. Il quotidiano tedesco sottolinea per esempio come appena la scorsa settimana la compagnia statunitense Bell Helicopter ha firmato un accordo con la Urals Civil Aviation Plant (UZGA) nonostante questa faccia parte della Russia Rostec Corporation che, insieme con il suo amministratore delegato Sergey Chemezov, è sulla lista nera delle aziende e degli uomini d'affari sanzionate dall'Europa. Frank Schauff, amministratore delegato dell'Associazione delle imprese europee a Mosca, sottolinea quindi al Der Spiegel: "Gli americani hanno esercitato una forte pressione sull'Europa affinché imponesse dure sanzioni contro la Russia" ma allo stesso tempo gli USA hanno "esteso il loro commercio con Mosca".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Europa# imprese# Mosca# Russia# sanzioni# Stati Uniti# UE