le notizie che fanno testo, dal 2010

Russia vieta importazioni prodotti agricoli e alimentari da UE, anche Italia

Mosca ha sempre avvertito che le sanzioni in risposta alla crisi Ucraina sarebbero state controproducenti per chi le infliggeva. Ed infatti, Putin ha annunciato e pubblicato l'elenco dei prodotti agricoli e alimentari che non potranno essere importati in Russia per un anno se provengono dagli Stati Uniti, l'Unione Europea (tra cui l'Italia), il Canada, l'Australia e la Norvegia.

Mosca comincia a rispondere alle sanzioni inflitte dagli Stati Uniti ed UE, in attesa dell'inverno quando la vera merce di scambio probabilmente sarà il gas, della Russia ovviamente. Il governo russo ha infatti oggi pubblicato l'elenco dei prodotti agricoli e alimentari che non potranno essere importati in Russia per un anno se provengono dagli Stati Uniti, l'Unione europea (tra cui l'Italia), il Canada, l'Australia e la Norvegia. L'elenco dei prodotti vietati comprende:
- Manzo fresco, surgelato e refrigerato;
- Maiale fresco, surgelato e refrigerato;
- Carni di pollame e di tutti i volatili commestibili;
- Carne affumicata, sotto sale, in salamoia, disidratata;
- Pesce e crostacei;
- Vongole e altri invertebrati acquatici;
- Latte e prodotti lattiero-caseari;
- Verdure, radici commestibili e tuberi;
- Frutta e noci;
- Sottoprodotti della carne o del sangue, così come i prodotti fabbricati con questi;
- Prodotti pronti per il consumo, tra cui formaggi e derivati da grassi vegetali.
Ieri infatti il presidente russo Vladimir Putin aveva annunciato che sarebbero state adottare delle misure economiche per proteggere la sicurezza del Paese. ll decreto ha infatti vietato per un anno le importazioni di prodotti agricoli e alimentari provenienti da quei Paesi che hanno imposto sanzioni alla Russia, legate al conflitto in corso in Ucraina. Mosca ha ripetutamente avvertito i Paesi che le hanno inflitte che le sanzioni sarebbero state però controproducenti, chiarendo che la Russia non è mai stata coinvolta nel conflitto ucraino.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: