le notizie che fanno testo, dal 2010

Russia sperimenta nuove armi. Dall'esplosione in cielo al satellite killer

Il vice Ministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov chiarisce che il programma di sperimentazione di nuovi tipi di armi è conforme agli obblighi internazionali, e che se qualche evento o avvenimento strano è stato notato dagli altri Paesei la Russia non è tenuta a dichiararlo perché non rientra in alcuno degli obblighi. Ryabkov parla della misteriosa esplosione luminosa avvenuta sui Monti Urali e del satellite killer?

Sembra essere alquanto sibillina la odierna dichiarazione del vice Ministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov sul programma russo di sperimentazione di nuovi tipi di armi. Ryabkov dichiara infatti: "Quello che si sta facendo nel quadro del programma di sperimentazione di nuovi tipi di armi è conforme agli obblighi internazionali. - aggiungendo - Se un qualche tipo di evento oppure qualche avvenimento è stato notato da altri Paesi, allora questi casi non sono inclusi in alcuno di questi obblighi e non siamo tenuti a dichiararli". Ryabkov però poi cerca di rassicurare: "Non vi è alcuna corsa agli armamenti, ma una perfezione pianificata di tutte le forze armate della Federazione Russa". Ryabkov non entra nel merito di questi "eventi" e "avvenimenti" osservati dagli altri Paesi, ma è possibile che il vice ministro degli Esteri russo si riferisca alla recente e misteriosa esplosione luminosa avvenuta sui Monti Urali e all'identificazione del cosiddetto satellite killer che se ne va in giro per l'orbita terrestre a distruggere detriti spaziali, almeno per il momento.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: