le notizie che fanno testo, dal 2010

Russia: esercito prepara manuale per difendersi da "rivoluzioni colorate"

La nuova guerra fredda tra Stati Uniti e Russia potrebbe "surriscaldarsi" dopo l'esposione di una rivoluzione colorata, e così Mosca si mette al riparo da quelle ingerenze esterne che spesso "manipolano" le manifestazioni di popolo. L'esercito russo starebbe infatti preparando un manuale per difendersi dalle "rivoluzioni colorate".

La nuova guerra fredda tra Stati Uniti e Russia potrebbe "surriscaldarsi" dopo l'esposione di una rivoluzione colorata, e così Mosca si mette al riparo da quelle ingerenze esterne che spesso "manipolano" le manifestazioni di popolo. Finora, le "rivoluzioni colorate" si sono sviluppate principalmente in alcuni stati post-sovietici, anche se c'è chi ipotizza che possano essere così classificate anche quella d'Egitto e della Tunisia. Ufficialmente, le rivoluzioni colorate si sono avute in Serbia (la cosiddetta Rivoluzione del 5 ottobre del 2000), in Georgia (Rivoluzione delle Rose, 2003), e Ucraina (Rivoluzione Arancione, dicembre 2004 e gennaio 2005) e tutti i governi risultato delle rivoluzioni colorate hanno operato un'apertura a occidente. Anche le proteste in Ucraina del 2013 che hanno spodestato Viktor Janukovyc sono da molti considerate come una rivoluzione colorata. La scorsa settimana il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu ha annunciato che sarà condotto uno studio sul ruolo dell'esercito durante le "rivoluzione colorate", per evitare rovesciamenti del potere a seguito di una protesta di massa. Shoigu spiega: "Alcuni sostengono che l'esercito non dovrebbe essere coinvolto nei processi politici, mentre altri affermano l'esatto contrario. Quindi verrà ordinato uno studio per approfondire il fenomeno delle rivoluzioni colorate e il ruolo che devono assumere i militari durante tali proteste". Il quotidiano russo Kommersant ha invece rivelato oggi che il maggiore generale dell'Accademia delle Forze Armate della Russia sta lavorando sul tema già dalla fine del 2014 e che ora starebbe per sviluppare un manuale per difendersi dalle "rivoluzioni colorate". Oltre a definire le possibili minacce per la Russia fino al 2020, il manuale ha come obiettivo quello di unificare le tattiche militari per rivelare, prevenire e contrastare le rivoluzioni colorate che puntano ad un cambio di regime.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: