le notizie che fanno testo, dal 2010

Russia: adozioni solo con Italia, perché non ha matrimoni tra omosessuali

La Russia ha precisato che attualmente solo in Italia si potranno adottare bambini russi, perché è l'unico Paese che "non riconosce il matrimonio omosessuale" e quindi non è necessario cambiare nulla nell'accordo vigente. Lo scorso giugno la Duma ha infatti approvato una legge che vieta l'adozione di bambini russi da parte di cittadini di Paesi in cui è consentito il matrimonio tra persone dello stesso sesso e genitori singoli,.

Solo in Italia si potranno adottare bambini russi. A precisarlo è il rappresentante del Cremlino per i diritti dell'Infanzia, Pavel Astakhov, ed il motivo è molto semplice, spiega: "Solo l'Italia non riconosce il matrimonio omosessuale, e, di conseguenza, non dobbiamo cambiare nulla nell'accordo vigente e, inoltre, loro rispettano i termini di questo accordo". La Russia, infatti, non affiderà i propri bambini e i suoi orfani ai Paesi con i quali non ha stilato accordi bilaterali in proposito, e Pavel Astakhov sottolinea come ad oggi solo con l'Italia c'è in vigore ha un accordo di adozione, al contrario per esempio della Francia che non ha completato le procedure di ratifica del documento. Nel giugno scorso, infatti, la Duma ha approvato una legge che vieta l'adozione di bambini russi da parte di cittadini di Paesi in cui è consentito il matrimonio tra persone dello stesso sesso e genitori singoli, mentre già dal 1 gennaio 2013 i genitori statunitensi sono stati banditi dalla adozione di bambini provenienti dalla Russia nell'ambito della cosiddetta legge Dima Yakovlev, varata in risposta al 'Magnitsky Act' degli USA.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: