le notizie che fanno testo, dal 2010

Russia, Pushkov: USA non alimenti i venti di una Terza Guerra Mondiale

Il capo della Commissione degli Affari Esteri della Duma Alexei Pushkov, parlando davanti alle Camere, sottolinea come l'amministrazione Obama stia solamente "perseguendo una politica di esclusione e una nuova Guerra Fredda contro la Russia", avvertendo: "Il mondo rischia di precipitare in un caos incontrollabile, gli Stati Uniti non dovrebbero alimentare i venti di una Terza Guerra Mondiale, ma fare di tutto per impedirla".

Il rischio di una nuova Guerra Fredda tra Stati Uniti e Russia sembra essere sempre più alle porte, anche dell'Unione europea. Nella giornata di oggi, il capo della Commissione degli Affari Esteri della Duma Alexei Pushkov ha utilizzato Twitter per puntualizzare che "l'amministrazione Obama sta cercando di creare l'illusione di avviare 'relazioni costruttive' con il Cremlino, mentre in realtà sta solamente perseguendo una politica di esclusione e una nuova Guerra Fredda contro la Russia", aggiungendo in un secondo tweet che "gli Stati Uniti e l'Europa devono decidere ciò che vogliono che sia per loro la Russia". Parlando davanti alla Duma, il deputato russo sottolinea: "Sembra di intuire che il loro obiettivo non è quello di trovare una vera via d'uscita alla crisi ucraina, ma invece di annunciare una nuova guerra politica alla Russia, per indebolire la nostra economia e per cercare di spianare la strada all'idea, da alcuni in Occidente già apertamente dichiarata, di vedere un cambiamento di regime nel nostro Paese". Commentando il richiamo degli USA ad avviare una lotta comune contro il terrorismo dello Stato Islamico, Alexei Pushkov riflette: "Washington ha una strana logica: l'amministrazione Obama impone sempre più sanzioni contro il nostro Paese e la sua leadership, si vanta di perseguire l'isolamento della Russia sulla scena mondiale, impone ai paesi UE di applicare sanzioni anti-russe, minaccia il posizionamento di basi militari NATO nei paesi dell'Europa orientale per sostenere il 'partito della guerra' in Ucraina, ma allo stesso tempo prende in considerazione la possibilità di contattare Mosca quando è necessario. - ed aggiunge - Credo che questo sia un grave errore". Elencando le instabilità e i numerosi conflitti in Libia, Iraq, Siria e Pakistan, senza dimenticare "il serio problema inerente il programma nucleare della Corea del Nord", il deputato russo conclude: "Proseguendo questa nuova guerra fredda l'Occidente rischia non solo di indebolire se stesso ma anche di far precipitare il mondo in un caos incontrollabile. - accusando - Gli Stati Uniti non dovrebbero alimentare i venti di una Terza Guerra Mondiale, ma fare di tutto per impedirla".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: