le notizie che fanno testo, dal 2010

Russia: Duma approva disegno legge contro "propaganda omosessuale"

Mentre un sondaggio Levada Center rivela che in Russia gli stereotipi, e soprattutto la discriminazione, verso i gay sono duri a morire, la Duma approva in prima lettura un disegno di legge che vieterebbe quella che viene vagamente definita come promozione della "propaganda omosessuale".

Un recente sondaggio del Levada Center rivela che solo il 17 per cento dei russi ritiene l'omosessualità un orientamento sessuale naturale, mentre il 43 per cento sostiene che è una "cattiva abitudine" mentre un altro 32 per cento è convinto che è il risultato di un trauma o di una malattia. E' in questo clima che la Russia di Putin ha approvato, in prima lettura alla Duma (la Camera bassa del Parlamento russo), un disegno di legge che vieterebbe quella che viene vagamente definita come promozione della "propaganda omosessuale". Mentre la polizia ha arrestato circa 20 persone fuori dalla Duma, tra oppositori e sostenitori del disegno di legge (poi rilasciate come informa il ministero degli Interni di Mosca), in Parlamento il disegno di legge è stato votato da 388 deputati, mentre solo uno si è astenuto ed uno ha votato contro. I sostenitori del disegno di legge, spiega la RIA Novosti, sostengono che questo servirà solamente a proteggere i bambini da influenze dannose, mentre i critici evidenziano come la norma sia semplicemente l'inizio di un giro di vite più ampio sulla comunità gay della Russia. L'omosessualità nella Russia di Stalin (dal 1933) era un crimine punibile con una pena fino a 5 anni di carcere. Solo nel 1993 ci fu la depenalizzazione del reato, ma la società russa, come ha evidenziato il sondaggio del Levada Center, non si riesce ancora totalmente a liberare degli stereotipi contro i gay e l'omosessualità. Il disegno di legge appena approvato dalla Duma, quindi, potrebbe alimentare una discriminazione ancora non superata, visto che per la norma chi verrebbe giudicato come un promotore della "propaganda omosessuale" potrebbe essere punito con multe fino a 16mila dollari. Il disegno di legge, inoltre, andrebbe a rafforzare provvedimenti simili già approvati in alcuni governi locali, come nella amministrazioni di San Pietroburgo e Novosibirsk. Alcuni esponenti della comunità gay in Russia denunciano lo stato di paura che regna nel Paese, ricordando per esempio come nell'ottobre scorso, nel corso dell'International Coming Out Day, un gruppo di teppisti ha preso d'assalto un locale gay di Mosca, e che su 80 presenti solo 5 hanno deciso di sporgere denuncia. La il disegno di legge potrà essere modificato entro il 25 maggio, prima della successiva lettura.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: