le notizie che fanno testo, dal 2010

Medvedev: con abbattimento Su-24 Ankara voleva inizio guerra, ma Russia si è rifiutata

Il primo ministro russo Dmitry Medvedev accusa la Turchia di aver deliberatamente abbattuto il bombardiere Su-24 in territorio siriano affinché iniziasse una guerra. Medvedev ha però chiarito che la Russia si è rifiutata di dichiarare guerra.

La Turchia voleva la guerra, ma la Russia ha rifiutato di iniziarne una. Era questo l'obiettivo di Ankara quando ha abbattuto con un F-16 il bombardiere russo Su-24 in terroritorio siriano, come spiega ai giornalisti il primo ministro della Russia Dmitry Medvedev. "Dopo l'abbattimento di un aereo, quale sarebbe stata la reazione di un qualsiasi Paese nel 20esimo? Iniziare una guerra. Perché l'abbattimento era un attacco diretto contro la Russia" ha dichiarato infatti Medvedev. "E' un dato di fatto, la Turchia ha violato tutte le norme giuridiche internazionali, hanno commesso un atto di aggressione contro di noi e fondamentalmente ha dato motivo perché iniziasse una guerra" spiega ancora il premier russo, precisando quindi: "Tuttavia la Russia ha deciso di non rispondere tip for tap (pan per focaccia, ndr). - concludendo - La guerra è l'opzione peggiore".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: