le notizie che fanno testo, dal 2010

Alluvione mar Nero, almeno 150 morti. Putin: commissione d'inchiesta

Il presidente russo Vladimir Putin promette una Commissione d'inchiesta inerente l'alluvione che si è abbattuta sul mar Nero, che ha causato almeno 150 morti.

La tempesta che si è abbattuta nella regione di Krasnodar, sul mar Nero, ha causato almeno 150 morti. E' questa l'ultima stima delle vittime del violento nubifragio che ha provocato frane e fatto crollare la sponda russa del Mar Nero, allagando la regione con un livello d'acqua che ha toccato anche i 7 metri.
Il presidente russo, Vladimir Putin, ha visitato Krasnodar e spiega di aver "chiesto ai vertici della Commissione d'inchiesta di venire qui per verificare come abbiano operato tutte le autorità: come sia stato lanciato l'avvertimento, come avrebbe potuto e come avrebbe dovuto essere lanciato e chi abbia fatto cosa", promettendo che saranno stanziati i fondi per la ricostruzione delle case distrutte o danneggiate.
Il distretto maggiormente colpito è quello di Krymsk, dove in pochi minuti è caduta una quantità di pioggia pari a quella di due mesi. E proprio a Krymsk sono già riaffiorate dal fango 123 persone.
Altre dodici persone sono invece morte nella località turistica sul mar Nero di Gelendzhik e nella città portuale di Novorossiisk, tanto che anche l'export di petrolio è stato interrotto per le violente tempeste abbattutesi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: