le notizie che fanno testo, dal 2010

Ruby: l'avvocato Dinoia lascia difesa

L'avvocato di Ruby Rubacuori ha rimesso il suo incarico e rinuncia alla difesa della giovane marocchina, al centro dell'inchiesta milanese che vede tra gli indagati anche il premier Silvio Berlusconi, per prostituzione minorile e concussione.

L'avvocato di Ruby Rubacuori ha rimesso il suo incarico e rinuncia alla difesa della giovane marocchina, al centro dell'inchiesta milanese che vede tra gli indagati anche il premier Silvio Berlusconi, per prostituzione minorile e concussione.
E' il secondo avvocato che rinuncia a tale incarico. Prima di Massimo Dinoia, anche Luca Giuliante aveva "lasciato" la difesa di Ruby. L'avvocato Massimo Dinoia avrebbe già consegnato ai pm milanesi la rinuncia all'incarico, spiegando che sarebbe arrivato a tale decisione perché "abituato a vedere il mio nome in atti ufficiali, vedere il mio nome far parte di atti acquisiti mi disturba". Gli inquirenti avevano infatti trovato il nome di Dinoia nell'agenda sequestrata a Ruby dove a margine la ragazza vi avrebbe anche trascritto un cifra in denaro.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# premier# Ruby Rubacuori# Silvio Berlusconi