le notizie che fanno testo, dal 2010

Ruby: da Berlusconi si parla anche di politica. La verità di Ruby

Ruby Rubacuori si concede in una videointervista e racconta la sua verità sulle feste di Arcore dove "si ride, si scherza e si parla anche di politica". Solo tre incontri dove ha conosciuto "ci sono donne di tutti i tipi, anche conosciute".

Ruby Rubacuori è tornata agli onori della cronaca e non si è fatta troppo pregare rilasciando, a poche ore dalla notizia che vede indagato per prostituzione minorile e concussione Silvio Berlusconi, una videointervista a Repubblica.it (http://tinyurl.com/5tnhuox).
Durante l'intervista Karima El Mahroug spiega che il nome di Ruby Rubacuori deriva addirittura solamente da un fatto di privacy visto che era nato "su Facebook, come uno di quei tanti appellativi che le ragazze si danno per non mettere il loro vero nome".
L'intervistatore Paolo Berizzi chiede quindi a Ruby quante volte è stata ad Arcore, visto che dall'indagine della procura di Milano emergerebbe che l'allora minorenne abbia incontrato il premier molte più volte di quanto sostenuto finora. Ruby Rubacuori, comunque, conferma di essere stata ad Arcore "due volte" e poi di esserci ritornata "un'altra terza volta sempre per una cena normale fatta tutta a base di tricolore dato che lui (Silvio Berlusconi, ndr) che ama tanto la sua patria". Qualche oppositore potrebbe dire malignamente solo a tavola.
Ruby poi spiega che "quelle serate si svolgevano molto normali, nel senso che comunque arrivi, fai la cena, il Presidente che canta con Apicella, ci divertiamo sulle sue solite barzellette, che credo ne dica tante anche in pubblico".
Insomma "si ride e si scherza" continua la ragazza da poco 18enne, sottolineando che "l'unica stranezza in tutto quel cosmo è il fatto di trovarsi nella casa del Presidente".
Durante queste cene Ruby Rubacuori racconta che "ci sono donne di tutti i tipi, anche conosciute" di cui non fa i nomi perché non sarebbe "giusto per la privacy" mentre conferma di aver visto solo due uomini in queste occasioni, cioè Lele Mora ed Emilio Fede.
Ruby spiega che Lele Mora è stata "la prima persona che ha conosciuto una volta arrivata a Milano". Ruby Rubacuori spiega che Lele Mora è conosciuto come "una persona che ti aiuta ad entrare nel mondo dello spettacolo" e ciò le interessava perché vedeva che questo tipo di lavoro dava un "guadagno facile". "Come ha aiutato tantissime altre persone - racconta Ruby a Repubblica.it - ha aiutato anche me".
Ruby però dice che non è stato Lele Mora a portarla ad Arcore, tanto che ne sarebbe venuto a conoscenza dopo. Ruby spiega che "da Silvio" ci è andata tramite "una sua amica" di cui non intende fare il nome.
Emilio Fede, invece, Ruby racconta di averlo incontrato la prima volta "anche se lui l'ha negato - specifica - a Taormina, in un concorso di bellezza a cui avevo partecipato e avevo anche vinto la fascia".
Emilio Fede "l'ha negato ma non capisco il motivo - insiste la ragazza - forse si è scordato, forse data la sua età non ha questa lucidità di memoria". Ruby conferma poi che Emilio Fede era presente "nella prima sera in cui sono andata nella casa del Presidente - e aggiunge - diciamo che poi l'ho incontrato di nuovo lì".
Nicole Minetti invece Ruby dice di averla vista in qualche serata "tipo l'Armani oppure al The Beach" e poi l'ha conosciuta "a casa del Presidente".
Ruby Rubacuori, comunque, precisa che ad Arcore di "escort e roba varia non ne ho visto, ho visto ragazze normali invitate ad una cena normale in cui si mangia, si canta, si balla, si ride e si scherza e si parla anche di politica" (sic).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: