le notizie che fanno testo, dal 2010

Ruby ad Arcore non era minorenne. Berlusconi: ho prove, sarò assolto

In queste ore trapela un'indiscrezione che sembra poter essere l'asso nella manica di Berlusconi, indagato per il Rubygate. Secondo la difesa del premier Ruby sarebbe stata registrata all'anagrafe del Marocco 2 anni dopo la nascita, quindi ad Arcore era "formalmente" maggiorenne.

Sembra che Silvio Berlusconi, indagato in merito al caso Ruby per concussione e prostituzione minorile, si "vanti" di avere un asso nella manica che porterà secondo il premier, in pratica, all'archiviazione del processo. Da quando è stato indagato dalla Procura di Milano, Berlusconi continua a spiegare che tale processo, che avrà inizio il prossimo 6 aprile, è "assurdo" visto che "la concussione è un'accusa che non sta in piedi, perché il diretto interessato ha smentito di avere subito pressioni di qualsiasi tipo" mentre Ruby Rubacuori avrebbe sempre negato di aver avuto rapporti sessuali con il premier. Ma in queste ore trapela una nuova indiscrezione (come riporta il Corriere della Sera) di quella che potrebbe essere la linea difensiva principale del Presidente del Consiglio: Ruby in realtà "formalmente" sarebbe stata maggiorenne quando fu ospitata ad Arcore. Sembra infatti che la difesa di Silvio Berlusconi abbia fatto anche qualche ricerca in Marocco, luogo di nascita di Ruby (Karima El Mahroug) e avrebbe scoperto che la ragazza sarebbe stata registrata all'anagrafe 2 anni dopo la nascita. "Formalmente", quindi, Ruby Rubacuori sarebbe stata ad Arcore non 17enne ma 19enne. Un cavillo legale, insomma, che se accolto potrebbe effettivamente cambiare l'andamento del processo, alcuni ipotizzano facendolo addirittura saltare. Tale tesi, comunque, sembra perlomeno difficile che possa venire accolta, anche perché Ruby in Italia è sempre stata trattata da "minorenne" finché non ha compiuto 18 anni lo scorso novembre. Ruby Rubacuori, infatti, era affidata ad una comunità e anche in Questura, quella sera di maggio in cui fu arrestata, venne applicata la procedura prevista in caso di fermo di minorenne, almeno fino alla telefonata di Silvio Berlusconi (che è infatti indagato per concussione). Inoltre Karima El Mahroug in Italia, almeno finché non è "scappata" dalla Sicilia dove pare vivesse con il padre, avrebbe frequentato anche le scuole, come sembra di capire da varie sue dichiarazioni. Dal punto di vista politico, invece, tale tesi difensiva non sembra cambiare molto la situazione. Si dice infatti che Ruby sia stata registrata all'anagrafe del Marocco 2 anni dopo la sua nascita, ed è quindi innegabile che la ragazza, quando frequentò Arcore, era ancora minorenne. Al massimo non sulla carta.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: