le notizie che fanno testo, dal 2010

Ruby Rubacuori il 31 maggio in Tribunale "per poter dire la verità"

Ruby Rubacuori potrebbe essere presente il 31 maggio alla prossima udienza del processo che porta il suo nome. La giovane marocchina ha infatti affermato non non vedere l'ora di andare in tribunale per "poter dire la verità, visto che dai giornalisti non vengo ascoltata".

Il 31 maggio vi sarà la seconda udienza del processo Ruby, e questa volta in aula potrà esserci anche lei, la pietra che ha generato lo scandalo, la giovane marocchina Karima el Mahroug che era ancora minorenne quando invitata ad Arcore. Karima, meglio conosciuta ormai come Ruby Rubacuori, è in questo procedimento infatti la parte lesa, anche se lei si è rifiutata di costituirsi parte civile. La Procura di Milano, infatti, accusa Silvio Berlusconi di concussione e prostituzione minorile proprio a causa della sua frequentazione con la giovane. E Ruby Rubacuori, incontrata per caso all'uscita di un bar di via Moscova dal giornalista di Libero Salvatore Garzillo (http://is.gd/WZrhgg), afferma di non vedere l'ora di "poter dire la verità" in merito a questa vicenda. "Non vedo l'ora di venire in tribunale e di poter dire la mia - spiega al giornalista, affermando - Almeno là verrò ascoltata visto che dai giornalisti non vengo ascoltata, e le parole vengono continuamente manipolate". Prima di salutare, Ruby Rubacuori sottolinea ancora: "Non vedo l'ora di poter andare lì, di poter dire la verità e di poter parlare, e di avere una voce in capitolo". Il 31 maggio, quindi, Ruby Rubacuori finalmente potrà raccontare, sotto giuramento, tutta la verità in merito alla sua conoscenza col premier. E Berlusconi potrebbe essere in quella stessa aula ad ascoltarla, visto che lunedì scorso i suoi avvocati, Niccolò Ghedini e Piero Longo, avevano spiegato che la presenza in tribunale del premier non era affatto da escludere. E anche se solo in audio, visto che le riprese video non sono permesse, forse in futuro trasmissioni come "Un giorno in Pretura" potranno svelare anche agli italiani non presenti in aula tutta la realtà dei fatti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: