le notizie che fanno testo, dal 2010

Ruby Rubacuori a Kalispera: io come Cenerentola

Ruby Rubacuori a Kalispera, trasmissione condotta da Alfonso Signorini, rivela al pubblico di Mediaset la sua "triste storia" e l'incontro casuale con Silvio Berlusconi. Al contrario di Cenerentola, però, non lascia una scarpetta di cristallo ma riceve una collana di Damiani.

Questa sera a Kalispera Alfonso Signorini offrirà la possibiltà a Ruby Rubacuori (Karima El Mahroug) di spiegare al pubblico di Mediaset la "vera" natura dei suoi rapporti con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, indagato dalla Procura di Milano per prostituzione minorile e consussione.
I magistrati milanesi, infatti, sostengono che Silvio Berlusconi (75 anni) abbia avuto rapporti sessuali con l'allora minorenne Ruby Rubacuori. Tra le carte, al vaglio anche della Camera che dovrà decidere se permettere la perquisizione di alcuni locali del premier, molte intercettazioni e interrogatori. In una telefonata, per esempio, Ruby Rubacuori racconta alla madre del suo ex ragazzo Sergio Corsaro: "Il mio caso è quello che spaventa più di tutti., e sta superando il caso di Letizia... della D'Addario... io ho parlato con Silvio (Berlusconi, ndr) gli ho detto... che ne voglio uscire di almeno con qualcosa... cioè mi da... 5 milioni... però... 5 milioni a confronto del macchiamento del mio nome".
Da Signorini invece Ruby Rubacuori nega di aver mai chiesto quei milioni a Berlusconi spiegando: "Posso anche essermi vantata di qualcosa di esagerato, ma non ho mai detto quella frase - aggiungendo anche - Bisogna accertarsi sui pm, che hanno colpito una ragazza macchiando il suo nome, spero di essere convocata in procura al più presto".
Ruby sembra quindi molto preoccupata del "macchiamento" del suo nome, non capendo forse che in tutta questa storia la parte lesa (quindi la vittima), comunque sia, sarebbe lei e solo per il fatto che al tempo delle frequentazioni di Arcore era minorenne.
Ruby Rubacuori poi nel salotto di Kalispera racconta la sua triste storia, puntando diritto al cuore dell'italiano medio. Ruby rivela infatti di essere stata "violentata dai due miei zii a 9 anni, erano i fratelli di mio padre", che la madre le aveva detto di non dirlo mai e che è riuscita a raccontare questa tragedia solo grazie all'amore del suo attuale ragazzo (naturalmente presente in trasmissione).
Ruby Rubacuori rivela poi di essere scappata di casa quando aveva 12 anni, dopo che il padre le rovesciò "una pentola di olio bollente in testa" (mostrando a riprova una cicatrice) quando gli comunicò che voleva convertirsi alla religione cattolica. Ruby confessa che già da quando andava alle elementari, in Sicilia, frequentava di nascosto il catechismo.
Ruby Rubacuori racconta poi di aver conosciuto Silvio Berlusconi "esattamente il 14 febbraio, il giorno di San Valentino".
Un incontro casuale, spiega, perché lei si era appena lasciata dal ragazzo e una sua amica per consolarla la portò, a sorpresa, a villa San Martino. Naturalmente, racconta Ruby ad Alfonso Signorini, lei è andata via "appena terminata la cena" perchè ai tempi faceva la cameriera in un ristorante di Milano e si doveva svegliare presto per lavorare. E poi, aggiungerebbe forse maliziosamente qualcun'altro, perché la carrozza dopo mezzanotte ridiventava una zucca e le sorellastre l'avrebbero rimproverata.
A differenza di Cenerentola, però, Ruby non lasciò al Cavaliere una scarpetta di cristallo ma ricevette, perché "in difficoltà" "una collana di Damiani" e "7mila euro in contanti".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: