le notizie che fanno testo, dal 2010

Minetti: non ho portato Ruby a Arcore. Fede: io no, è stato Lele Mora

Nicole Minetti presenta una memoria difensiva da cui, dice, "si evince che non ho portato Ruby ad Arcore". Emilio Fede precisa che non è stato neanche lui ma che Ruby è "arrivata ad Arcore attraverso Lele Mora". Col cerino quindi, finora, sembra rimanere Lele Mora.

"La Minetti è in attesa di qualche bonus dalla Procura... non so" avrebbe commentato Emilio Fede, direttore del Tg4, all'Agi, apprendendo che la consigliera regionale del Pdl della Lombardia, ex igenista dentale di Silvio Berlusconi, ha presentato ai pm milanesi che indagano sul caso Ruby una memoria difensiva "da cui si evince che non ho portato Ruby ad Arcore", spiega la stessa. Nicole Minetti, insieme ad Emilio Fede e Lele Mora, sono indagati per induzione e sfruttamento della prostituzione, anche minorile mentre la posizione del premier Silvio Berlusconi, imputato per concussione e prostituzione minorile, è stata invece stralciata per permettere il giudizio immediato. Stando ad indiscrezioni, "la memoria di fatto scaricherebbe le responsabilità nei confronti degli altri due indagati", come si legge sulla Reuters, ma la Minetti ci tiene però a sottolineare che non accusa "né Emilio Fede né Lele Mora". In una nota poi diffusa in serata, Daria Pesce, l'avvocato di Nicole Minetti, precisa che il dossier "voleva evidenziare solo come la Minetti non avesse avuto alcun legame con Ruby senza accusare assolutamente Lele Mora ed Emilio Fede sulla cui posizione processuale non poteva neppure entrare" e che "nella memoria tra l'altro la difesa si è limitata a riportare alcune indagini depositate agli atti. Non si è poi fatto alcun cenno alle ragazze che stando all'accusa avrebbero frequentato Arcore. Fatti che sono tutti da provare". Nel pomeriggio di ieri, però, anche Emilio Fede ha poi tenuto a precisare, in diretta dagli studi di Iceberg, trasmissione di Telelombardia, che Ruby sarebbe "arrivata ad Arcore attraverso Lele Mora". Il conduttore Stefano Zurlo gli farebbe però notare che Ruby Rubacuori (Karima el Mahroug), avrebbe però fornito una versione differente, e cioè che sarebbe stata portata a Villa San Martino proprio dal direttore del Tg4. "Non è vero, neanche per idea - replica Emilio Fede, che aggiunge - E' più che falso, commette un atto delinquenziale chi sostiene che io sono andato a prendere questa ragazza". Emilio Fede poi spiega: "Io l'ho vista in questa famosa serata in Sicilia e non l'ho mai più rivista. Poi l'ho rivista una sera ad Arcore. So che è arrivata a Milano, è stata presentata ad un impresario, che ancora non è stato interrogato. L'impresario, non convinto, l'ha mandata da Lele Mora e attraverso Lele Mora è arrivata ad Arcore". Per riassumere, quindi, Nicole Minetti presenta una memoria difensiva "da cui si evince che non ha portato Ruby ad Arcore" e Emilio Fede precisa che Ruby sarebbe arrivata ad Arcore attraverso Lele Mora. E Lele Mora, che sembra quindi rimanere col cerino in mano, replica a Radio 24 con un laconico "il pesce, anzi la Pesce (avvocato della Minetti, ndr) in questo caso, di solito butta l'amo. E oggi Emilio Fede ha abboccato".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: