le notizie che fanno testo, dal 2010

Romania: riesumate le salme dei Ceausescu

Il corpo del dittatore rumeno Nicolae Ceausescu e di sua moglie Elena sono stati riesumati a Bucarest per un esame dettagliato della loro identità. Dalle prime dichiarazioni sembra che le due salme siano proprio le loro ma servirà la prova del DNA per esserne certi.

Il passato ritorna in Romania e nelle menti di chi si ricorda ancora che esisteva l'Unione Sovietica e i suoi Stati satelliti.
Il corpo del dittatore rumeno Nicolae Ceausescu e di sua moglie Elena sono stati riesumati a Bucarest per un esame dettagliato della loro identità.
Nicolae Ceausescu subito il crollo del Muro di Berlino fu processato in modo sommario e giustiziato insieme alla moglie il 25 dicembre 1989. Ci sono sempre stati dei sospetti sulla sua morte come per tutte le morti dei dittatori della storia, da Benito Mussolini ad Adolf Hitler, da Stalin a Saddam Hussein. Ceausescu è davvero morto fucilato insieme alla moglie? I dubbi ce li avevavo anche i tre figli del dittatore, tra cui l'unico ancora in vita, Valentin che oggi ha 62 anni.
Alla riesumazione delle salme era presente il genero del dittatore, Mircea Opran che ha dichiarato alla stampa rumena di aver riconosciuto il classico cappello di pelle di pecora appartenuto a Ceausescu, il mantello e i pantaloni che il dittatore indossava quel giorno.
I dubbi saranno però fugati da una prova del DNA che sarà risolutiva, anche se ci vorranno sembra dei mesi visto lo stato di composizione delle povere salme.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: