le notizie che fanno testo, dal 2010

Vandali da fine calendario Maya? Metro B Roma in tilt

Forse delusi per il fatto che la fine del calendario Maya non ha causato nessun disastro, alcuni vandali hanno azionato nella metro B di Roma i dispositivi di emergenza, causando l'interruzione della corrente. Anche se non è la fine del mondo per i passeggeri della metro B di Roma, di certo è un bel disagio.

Anche se di certo non è la fine del mondo per i passeggeri della metro B di Roma l'interruzione dell'erogazione dell'energia elettrica sull'intera linea ha sicuramente causato diversi disagi in questo venerdì pre-natalizio. Forse delusi per il fatto che la fine del calendario Maya non ha causato nessun disastro, nonostante speculazioni televisive varie, qualche vandalo ha quindi avuto la pensata di azionare l'interruttore di emergenza che si trova lungo la banchina della fermata di Termini della linea B della metropolitana di Roma. I vandali, non paghi, hanno poi anche divelto lo stesso interruttore, e tutto ciò ha provocato "l'azionamento dei dispositivi di sicurezza generali che, per precauzione, hanno interrotto l'erogazione dell'energia elettrica sull'intera linea bloccando i treni nelle stazioni", come comunica in una nota l'Atac. L'azionamento del sistema di emergenza ha provocato, quindi, interruzioni a catena, ritardi elevati e blocchi lungo l'intera metro B/B1 a partire dalle 8:30. Quando la situazione sulla linea della metro B di Roma sembrava stesse tornando pian piano alla normalità, l'Atac rende noto che un secondo atto vandalico sarebbe stato compiuto nella fermata Eur Fermi, sempre della metro B di Roma. L'Atac spiega che si sospetta che anche ad Eur Fermi sarebbe stato indebitamente azionato il comando di sicurezza posto sulla banchina che sospende l'erogazione dell'energia elettrica su tutta la linea in caso di emergenza. Tutto questo ha causato il blocco della metro fra Castro Pretorio e Laurentina, tanto che l'Atac ha attivato il servizio bus sostitutivo sulla tratta. L'Amministratore delegato di Atac, Roberto Diacetti, sottolinea come "nelle ultime settimane sia stato verificato il ripetersi di interruzioni e blocchi delle metropolitane che, alla luce di quanto accaduto oggi, non appaiono più tanto casuali - aggiungendo - stiamo interessando con denunce e materiale probatorio gli inquirenti affinché sia fatta piena luce su quanto accaduto. Personalmente e a nome dell'Azienda, stigmatizzo e condanno con forza atti sconsiderati che interrompono un servizio pubblico e creano un danno incalcolabile agli utenti limitando il loro diritto alla mobilità".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: