le notizie che fanno testo, dal 2010

Totti gol, Basilea Roma 2 a 3, e corsa Champions League

Roma espugna Basilea e finalmente tira un sospiro di sollievo. Nel match valido per la quarta giornata di Champions League i giallorossi vincono 3 a 2 con molta sofferenza, ma segnano un passo importante, allontanando la la crisi di risultati di quest'inizio stagione.

Roma espugna Basilea e finalmente può tirare un sospiro di sollievo. Nel match valido per la quarta giornata di Champions League i giallorossi vincono 3 a 2 con molta sofferenza, ma segnano un passo importante sia per il continuo della corsa nell'Europa che conta, sia per allontanare la crisi di risultati di quest'inizio di stagione. La Roma è ora seconda nel girone con 6 punti, con il Bayern Monaco che guida a punteggio pieno (12 punti). Chiudono Basilea e Cluj a quota 3.
I primi 15 minuti di gioco sono caratterizzati dall'aggressività del Basilea che mette sotto pressione la difesa della Roma. Ma al 17esimo c'è la grande invenzione di Totti per Vucinic che si invola verso l'area di rigore, inciampa ma trova a rimorchio il piattone destro di Jeremy Menez che supera il portiere svizzero portando in vantaggio i giallorossi. Per il francese è il primo gol della stagione, nonché il primo in assoluto in Champions League con la maglia della Roma. Totti e compagni a questo punto diventano padroni del campo e proprio il capitano mette la firma sul 2 a 0. E' suo il calcio di rigore trasformato al 26esimo, concesso a causa di un plateale "placcaggio" su Riise in area di rigore. La ripresa è di tutt'altro stampo. Il Basilea si butta a testa bassa in avanti e la Roma fa fatica a ripartire. Il 69esimo Frei accorcia le distanze a causa di un'incomprensione tra Burdisso e Jylio Sergio. Entra Marco Borriello, tenuto fin qui in panchina per un affaticamento. Insieme a lui entra Leandro Greco, ragazzo di 24 anni cresciuto nel vivaio della Roma. E come spesso accade a Ranieri, i nuovi entrati diventano subito protagonisti. Borriello fa una magia in area di rigore, viene steso, sarebbe calcio di rigore, ma non c'è tempo. In un attimo si avventa sul pallone proprio Leandro Greco che di sinistro infila all'angolino basso della porta del Basilea. Gioia incontenibile del ragazzo che viene travolto da tutta la squadra per festeggiarlo. A questo punto, dopo il 3 a 1 e la Roma potrebbe limitarsi a gestire la partita. Non ne ha invece la possibilità perché il Basilea continua ad assediare l'area di rigore giallorossa, orfana di Nicolas Burdisso che è dovuto uscire per infortunio dopo un brutto fallo subito. Al suo posto entra il fratello, Guillermo Burdisso. Dopo una serie di azioni insistite il Basilea trova il gol del 3 a 2 con Shaqiri che chiude di sinistro un batti e ribatti in area di rigore giallorossa. Gli ultimi minuti vedono un forcing assennato della squadra svizzera, ma anche un Francesco Totti capace di prendere in mano la sua Roma. Ogni volta che il pallone arriva sui suoi piedi è come se fosse in cassaforte. Al 93esimo l'arbitro fischia la fine e l'urlo di sollievo del capitano fa eco a quello di Ranieri e di tutti i tifosi giallorossi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: