le notizie che fanno testo, dal 2010

Targhe alterne Roma oggi 10 gennaio stop pari. Ma "blocchi inutili"

Proseguono le targhe alterne a Roma. Oggi, giovedì 10 gennaio, divieto di circolazione per le targhe pari, incluso lo zero. Ma oltre ai romani, critico verso le targhe alterne anche il radicale Viale che ricorda come "l'inutilità di blocchi estemporanei e delle targhe alterne è ormai dimostrata".

Sono stati 1.150 i multati per non aver rispettato le targhe alterne a Roma, provvedimento iniziato ieri e che si protrae, naturalmente, anche oggi giovedì 10 gennaio 2013. Secondo l'ordinanza delle targhe alterne a Roma, oggi non potranno infatti circolare auto e moto con targa pari, incluso lo zero. Lo stop per le targhe alterne è limitato alla Fascia Verde di Roma Capitale, ma come da mappa è evidente che il provvedimento riguarda buona parte dell'intera città. Il divieto di circolare oggi per le targhe pari è sempre dalle ore 8:30 alle 13:30 e dalle 16:30 alle 20:30. Inoltre, anche nei giorni di targhe alterne, il divieto di circolazione è esteso anche a tutti quei veicoli considerati come più inquinanti. A dispetto della targa, quindi, non potranno neanche oggi circolare nella Fascia Verde, dalle ore 7:30 alle 20:30, gli autoveicoli a benzina euro 0 e 1; i diesel euro 0 - 1 - 2; i ciclomotori e motoveicoli a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi euro 0 - 1. Le categorie esentate per le targhe alterne sono invece gli autoveicoli "euro 5", i ciclomotori a 2 ruote 4 tempi "euro 2", i motocicli "euro 3", i veicoli a trazione elettrica ed ibrida o alimentati a GPL e metano. Ma oltre i romani, a non essere contento del provvedimento sulle targhe alterne è Silvio Viale, consigliere comunale a Torino e presidente dei Radicali Italiani. In una nota, infatti il radicale Viale sottolinea che "con le targhe alterne di oggi Alemanno inaugura la stagione del carnevale sullo smog, che per tradizione un tempo seguiva le feste di fine anno e iniziava con i saldi - precisando - Si tratta di un provvedimento barbaro, inutile, iniquo, diseducativo e di nessuna efficacia. Evidentemente Alemanno ha bisogno di uno spot per mettere po' di fumo negli occhi e nascondere il disastro delle proprie politiche ambientali". Viale ricorda infatti che "l'inutilità di blocchi estemporanei e delle targhe alterne è ormai dimostrata, in quanto non hanno mai avuto alcun ruolo nella riduzione degli inquinanti avvenuta nei decenni passati e negli anni recenti" visto che "l'analisi dei dati ha sempre evidenziato come siano i fattori meteorologici e climatici a determinare le concentrazioni degli inquinanti nell'atmosfera urbana, piuttosto che le variazioni emissive quotidiane dovute al traffico". Il radicale Viale sottolinea quindi che ciò che occorre "è una strategia pluriennale di riduzione strutturale delle fonti emissive e non provvedimenti iniqui, inutili e inefficaci come le targhe alterne, che servono solo a nascondere il vuoto di serie ed efficaci politiche ambientali".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: