le notizie che fanno testo, dal 2010

Rudi Garcia: Roma a meno 5 dalla Juve, ora tocca agli altri giocare

E' soddisfatto Rudi Garcia della vittoria della sua Roma contro il Cagliari. "Oggi siamo a meno cinque dalla Juve e a più dodici dal Napoli: ora tocca agli altri giocare. - sottolinea il tecnico giallorosso - Il primo obiettivo era quello di ridonare il sorriso e l'orgoglio ai nostri tifosi: questo è il nostro più grande successo".

E' soddisfatto Rudi Garcia della vittoria della sua Roma contro il Cagliari. Dopo essersi complimentato per la prestazione di Mattia Destro, che con la sua prima tripletta in Serie A conquista il Nike Incyte, il tecnico giallorosso sottolinea: "I miei tattici, Bompard e Beccaccioli, sono molto bravi e sappiamo tutto quello che c'è da sapere quando affrontiamo gli avversari: - spiegando - Contro il Cagliari dovevamo essere pazienti nel possesso palla e sfruttare il fatto che loro, con il sistema di gioco che adottano, aprono molto le fasce. Eravamo coscienti della difficoltà del campo, perché qui la Roma non vinceva da 15 anni". Su Gervinho, Garcia ricorda che ha iniziato con lui a Le Mans per poi portarlo al Lille, dove, precisa, "abbiamo fatto assieme la doppietta Scudetto e Coppa di Francia. - aggiungendo - Appena arrivato a Roma ho capito che mancava uno come lui, in grado di saltare gli uomini e di fare la differenza, sfruttando la profondità. E' bravo a fare la scelta giusta al momento giusto". Rudi Garcia quindi conclude: "Oggi siamo a meno cinque dalla Juve e a più dodici dal Napoli: ora tocca agli altri giocare. Il primo obiettivo era quello di ridonare il sorriso e l'orgoglio ai nostri tifosi: questo è il nostro più grande successo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: