le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma: trovato cadavere nelle serre ottocentesche di Villa Pamphili

Trovato, nella serata di martedì 21 aprile, un cadavere in avanzato stato di decomposizione nelle serre ottocentesche di Villa Pamphili a Roma. Ancora da accertare l'identità e le cause della morte. L'ipotesi più probabile è che possa trattarsi di un senza fissa dimora.

Trovato, nella serata di martedì 21 aprile, un cadavere in avanzato stato di decomposizione a Villa Pamphili a Roma. La macraba scoperta è stata fatta da un vigile urbano fuori servizio che stava facendo jogging nel parco di Villa Pamphili. Stando alle prime ricostruzioni, il vigile si sarebbe avvicinato a due persone che avevano scavalcato il muro che protegge le serre ottocentesche in ferro e ghisa conservate a Villa Pamphili e volute da Filippo Andrea V. Mentre si avvicinava, i due uomini hanno cominciato a gridare che all'interno c'era un morto. Il vigile ha quindi allertato le forze dell'ordine, che sono giunte sul posto per effettuare i rilievi scientifici. Sembra che il cadavere, appunto in avanzato stato di decomposizione, fosse custodito nelle serre di Villa Pamphili da diversi giorni, forse quasi un mese. Ancora da accertare l'identità del cadavere, poiché non sarebbero stati rinvenuti documenti vicino al corpo. Da stabilire, inoltre, anche le cause della morte, per poter escludere che possa trattarsi di un omicidio. Tra le ipotesi più probabili, comunque, il fatto che il cadavere possa essere di un senza fissa dimora.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# forze dell'ordine# omicidio# Roma# Villa Pamphili