le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma, ordinanza: in centro storico bere o mangiare solo in movimento

Pubblicata l'ordinanza del Comune di Roma che vieta fino al 31 dicembre 2012 di "bivaccare e/o sistemare giacigli" e "sostare per consumare cibo e/o bevande". Da oggi, quindi, nel centro storico si potrà per esempio bere dell'acqua o mangiare un gelato solo se "in movimento".

Da oggi nella Città Storica di Roma, che coincide con il territorio racchiuso dalle Mura Aureliane, secondo la definizione dell'UNESCO, non si potrà "bivaccare e/o sistemare giacigli" e sarà vietato "sostare per consumare cibo e/o bevande". Pubblicata infatti l'ordinanza dal titolo "Disposizioni urgenti per garantire la tutela delle aree di pregio del centro storico" che sarà valida fino al 31 dicembre 2012 e che ha come obiettivo quello di preservare "le aree di particolare pregio storico, artistico architettonico e culturale" che dovranno essere utilizzate "esclusivamente come luogo di fruizione visiva delle prospettive monumentali ed architettoniche ivi esistenti". In caso di violazione, è prevista una sanzione da va un minimo di 25 euro a un massimo di 500 euro. Una ordinanza che non manca di suscitare polemiche ma anche ilarità, con chi sottolinea che da adesso in poi, nel centro storico di Roma, si potrà bere o mangiare (un panino o un gelato oppure le castagne che d'inverno sono vendute dagli ambulanti, per esempio) solo se "in movimento" (visto che "sostare" non significa solo stare seduti ma anche fermi in un punto). Altri si augurano, invece, che il Comune di Roma, oltre a vietare, si attrezzi affinché tale ordinanza venga messa a conoscenza di tutti, e in particolar modo ai turisti che ogni giorno visitano la Capitale. Sarebbe quindi opportuno, per esempio, l'affissione di cartelli (magari nei pressi dei monumenti, delle stazioni metro e bus) dove in più lingue vengano riportati i divieti, oltre naturalmente la zona in cui questi sono circoscritti. In tal modo, un turista, ma anche un cittadino romano, eviterà di prendere una multa perché si è magari seduto nei pressi di Fontana di Trevi o di Piazza di Spagna a bere un'aranciata, o dell'acqua.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: