le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma, inizia l'Era DiBenedetto

E' stato ufficializzato ieri il passaggio di consegne tra il "presidente ad interim" Roberto Cappelli e Thomas DiBenedetto che diventa il ventiduesimo presidente della storia giallorossa. Il nuovo corso prende vita dopo quello della famiglia Sensi che, tra Franco e Rosella, è stata a capo della Roma per 18 anni.

Mancava solo un passaggio, quello più atteso. Anche se già operativo da mesi, da ieri DiBenedetto è ufficialmente il nuovo presidente della Roma. Lo statunitense, ventiduesimo presidente della storia giallorossa, prende il posto di Roberto Cappelli, rappresentante legale di UniCredit e "presidente ad interim" per due mesi. Cappelli resta però nel consiglio d'amministrazione, accanto a Fiorentino, anch'egli di UniCredit e uomo fondamentale per la trattativa con DiBenedetto. Si apre quindi un'altra "era" per la società giallorossa, che viene dopo quella durata 18 anni grazie alla famiglia Sensi (quindici anni per Franco e tre per Rosella). Nel nuovo CdA sono presenti gli altri investitori a stelle e strisce James Pallotta, D'Amore e Ruane. DiBenedetto in questi ultimi mesi è apparso sempre sicuro del nuovo progetto che vuole creare, tanto da difendere con forza il neo-allenatore Luis Enrique anche dopo l'uscita prematura della squadra dall'Europa League. Il tecnico asturiano infatti sta portando cambiamenti nel gioco giallorosso tanto quanto DiBenedetto vuole portare novità nell'ambiente attorno alla società. Il neo-presidente ha infatti già discusso con il sindaco di Roma Alemanno per la costruzione di un nuovo stadio di proprietà. E sembra essere solo il primo passo di una lunga Era di cambiamenti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: