le notizie che fanno testo, dal 2010

La Roma non è più dei Sensi: accordo trovato con Unicredit

Dopo 17 anni la Roma non appartiene più ai Sensi. La giornata di incontri ha portato finalmente alla resa dei conti la famiglia Sensi e la Banca Unicredit, firmando la lettera d'intenti che prevede l'azzeramento del debito da 325 milioni di euro della Italpetroli.

Dopo 17 anni la Roma non appartiene più ai Sensi. La giornata di incontri ha portato finalmente alla resa dei conti la famiglia Sensi e la Banca Unicredit, firmando la lettera d'intenti che prevede l'azzeramento del debito da 325 milioni di euro della Italpetroli. E' stata istituita quindi una nuova società, la Newco Roma, che avrà il potere di controllo dell'AS Roma. A lei verrà trasferito il 67% posseduto dai Sensi nell'As Roma e avrà come obiettivo prioritario la vendita della quota nel club calcistico. E' stato inoltre deciso che fino a quando non arriverà un nuovo compratore Rosella Sensi continuerà a mantenere la guida della società di Trigoria. L'accordo prevede infatti che fin quando il pacchetto azionario non verrà venduto dall'advisor Rothschild, l'azionariato del veicolo manterrà le attuali quote di partecipazione in Compagnia Italpetroli. Per quanto riguarda la Newco, il Consiglio d'Amministrazione sarà composto da tre consiglieri: uno in rappresentanza della famiglia Sensi e uno di UniCredit, il terzo invece sarà il presidente, Attilio Zimatore, un professionista indipendente.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# euro# famiglia# Roma# Unicredit