le notizie che fanno testo, dal 2010

Saviano: non ho alcuna intenzione di morire

Venerdì il settimanale "Max" uscirà con la copertina choc di Roberto Saviano morto su un tavolo d'obitorio. Saviano: "E' una foto utilizzata per speculare cinicamente su chi vive protetto".

"Max" in edicola venerdì pubblica una foto choc di Roberto Saviano morto su un tavolo d'obitorio, semicoperto da un telo verde come sudario.
Una foto finta, orrenda, creata in photoshop dallo "specialista" Gian Paolo Tomasi. Sulla foto campeggia un orrido "HANNO AMMAZZATO SAVIANO". Il direttore di "Max", Andrea Rossi, intervistato da "la Stampa" sulla "geniale" trovata ha spiegato: "Diciamo che non ce l'abbiamo fatta più di sentir gente attaccare Saviano. La goccia che ha fatto traboccare il vaso son state le dichiarazioni di Marco Borriello. A quel punto ci siamo detti basta".
Il "basta" del direttore di "Max" è stata questa foto finta di Saviano morto in senso "virtuale" che già sta facendo discutere. C'è chi paragona l'opera in photoshop di Gian Paolo Tomasi al Cristo di Mantegna, c'è chi come Benedetta Tobagi scrive "Ogni limite, non solo di pietas, ma anche di buonsenso, è andato in pezzi", c'è chi come Saviano "vivo" commenta: "E' una foto utilizzata per speculare cinicamente sulla condizione di chi vive protetto. Questa pressione sulla mia morte lascia sgomento me e la mia famiglia" - e poi continua - "Rassicuro tutti: non ho alcuna intenzione di morire".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: