le notizie che fanno testo, dal 2010

Nucleare: Maroni fai risparmiare all'Italia 400 milioni di euro

Greenpeace raccoglie online decine di migliaia di firme con una campagna web per convincere il ministro Maroni ad accorpare il referendum nucleare con le amministrative. Con i soldi risparmiati energia eolica a circa 200mila famiglie italiane.

Eccezionale successo della campagna di Greenpeace per l'"accorpamento" delle elezioni amministrative e dei referendum che "farebbe risparmiare all'Italia 400 milioni di euro" (http://is.gd/64a5Sk). Oltre 66 mila persone hanno già firmato online per l'appello che ha come "manifesto" le vecchie "centomilalire" con la simpatica faccia del ministro Maroni al posto del Caravaggio, con il "face value" cambiato da "centomilalire" appunto, a "4CENTOMILIONI". "Tra il 15 aprile e il 15 giugno ci sarà il referendum che potrà fermare il ritorno del nucleare in Italia. Chiediamo al Ministro dell'Interno On. Roberto Maroni di accorpare l'appuntamento referendario con le elezioni amministrative che si terranno in molte città a maggio" dice Greenpeace nell'appello ai cittadini, e ne sottolinea i motivi: "facilitare la partecipazione democratica al referendum" e "risparmiare soldi pubblici per 400 milioni di euro". Ma la cosa più interessante, ma che forse non piacerà al governo (che con il famoso decreto "ammazza rinnovabili" ha praticamente spento sole e vento in Italia) è che Greenpeace ricorda che "con 400 milioni di euro si potrebbero istallare impianti eolici per dare energia a circa 200.000 famiglie italiane. Chiedi al Ministro Maroni di votare a maggio, favorendo la partecipazione democratica e risparmiando soldi pubblici".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: