le notizie che fanno testo, dal 2010

Maroni: su Regioni governo Monti ha idee del fascismo

Roberto Maroni rivendica tutta la vivacità della Lega Nord, ribadendo che è l'unica forza di opposizione al governo "falli-Monti" e sottolinea che l'idea dell'esecutivo di ridurre i poteri delle Regioni sa di "fascismo".

Anche se qualcuno credeva che la Lega Nord era ormai "morta e sepolta" il segretario Roberto Maroni rivendica invece dal palco della festa dei popoli padani a Venezia tutta la vivacità del movimento, sottolineando che il Carroccio "è l'unica forza politica seria che osteggia il governo Monti" anzi, ironizza l'ex ministro dell'Interno, "visti i risultati direi il governo falli-Monti". Oltre alle battute, Roberto Maroni elenca le storture del governo falli-Monti, dalla riforma firmata da Elsa Fornero, etichettata come un "obbrobrio", al fatto che l'inflazione è raddoppiata, con al contempo un tasso di disoccupazione giovanile pari al 35%, che può, sottolinea il segretario della Lega Nord, "diventare problema di ordine pubblico". Maroni rilancia poi l'Euroregione del Nord e denuncia "l'anima centralista" dell'esecutivo Monti, ricordando che "la prossima sfida del governo è la riduzione dei poteri delle Regioni". Roberto Maroni sottolinea che questo intento svela "l'anima nazionalista di questo governo", affermando che "solo il fascismo aveva questa opinione delle Regioni e dei nostri Comuni, ed infatti c'erano i podestà - concludendo - Io non vorrei che questo governo stesse pensando di mandare i podestà al posto dei prefetti". I più maliziosi, invece, potrebbero pensare che al posto dei potestà il governo Monti mandi direttamente dei banchieri.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: